Cerca

Terzo crollo a Pompei, Bondi: "Caccia all'uomo, Repubblica alimenta falsità"

Si staccano ancora due pareti. Il ministro: "Dal quotidiano attacchi infondati". Domani riunione straordinaria

Terzo crollo a Pompei, Bondi: "Caccia all'uomo, Repubblica alimenta falsità"
Pompei si sbriciola. Dopo il crollo del muro di contenimento della Casa del Moralista, nella notte tra martedì e mercoledì si sono staccate altre due pareti che però, secondo quanto è trapelato, non sarebbero affrescate. La notizia è stata confermata dal sindaco di Pomepi, Claudio d'Alessio.

Il terzo crollo segue il primo, che ferì la Schola Armaturarum, uno dei punti più importanti del sito archologico. L'area è impotente di fronte alle piogge torrenziali, e il sistema di manutenzione continua a fare acqua.

Le polemiche - Le vicende hanno riacceso le polemiche nei confronti del ministro Sandro Bondi, che circa il crollo di martedì ha sottolinato come abbia ceduto "un tratto di muro rifatto nel dopoguerra". Per giovedì è in programma una riunione per la costituzione di una fondazione che gestirà e valorizzerà il sito, ha spiegato il ministro in un'intervista al Corriere della Sera. L'idea di una Fondazione apposita ha però suscitato le obiezioni dei Sopraintendenti e dei sindacati, che temono una progressiva privatizzazione del sito più visitato d'Europa.

Bondi al contrattacco - "L'articolo pubblicato dal quotidiano La Repubblica dimostra che è vano attenersi alla realtà e cercare di tutelare la propria correttezza e onestà di fronte ad una informazione che sostiene e alimenta il falso, e che, proprio sulla base della assoluta falsità delle notizie divulgate, organizza una vera e propria caccia all’uomo, in questo caso nei miei confronti, con l’obiettivo di discreditarlo e di annichilirlo", così il ministro della Cultura, in riferimento a un articolo pubblicato mercoledì dal quotidiano del gruppo Espresso.

"Il quotidiano La Repubblica", ha continuato Bondi "sostiene oggi che sarebbe in preparazione un film, I tesori di Pompei, con la regia di Michele Soavi, e che, così come l'altro film Goodbye Mama, essi sarebbero il frutto dello stesso accordo Italia-Bulgaria sottoscritto dai ministri Bondi e Rashidov. Peccato che l’accordo di coproduzione cinematografica Italia-Bulgaria risalga al 1967 e che io non abbia mai firmato alcun accordo bilaterale in materia culturale nè cinematografica con la Bulgaria". Il ministro, però, "è certo che questo semplice richiamo alla realtà non servirà a nulla, perchè nel nostro Paese il coro della disinformazione e dell’aggressione personale è più forte della verità".

Sul nuovo crollo, Bondi ha poi aggiunto: "Non sono ancora in grado di dare una spiegazione, attendo la relazione dal soprintendente di Napoli".

Crolli "possibili"
- I due cedimenti che si sono verificati questa mattina nell’area archeologica di Pompei sono "possibili e non devono destare allarmismi". A sostenerlo è una nota della Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Napoli e Pompei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bisnonna!

    03 Dicembre 2010 - 17:05

    Antari, anzicchè continuare a scrivere delle falsità si documenti. Le spese per la delegazione bulgara sono state sostenute dalla Società romantica Entertainment srl di Roma.

    Report

    Rispondi

  • giuseppe57

    03 Dicembre 2010 - 10:10

    blues, scusa, ma dovi li trovi questi sproloqui che copi ?? perchè quando si fa copia incolla si cita la fonte. E poi non capisco come mai lo spazio riservato agli inteventi è di 1000 batute e tu ne usi cinque volte di più. Il solito raccomandato che strilla e intanto porta a casa ??

    Report

    Rispondi

  • Cipollina4040

    02 Dicembre 2010 - 23:11

    Gentl. Bruno Osti....... Poco tempo fa' C'era la SINISTRA al governo, perche' Hanno fatto qualcosa???? Ora tutto il male del mondo l'ho fa' Berluscono, Bondi!!! E' la sinistra? la schifezza che sta facendo? quella non la vede nessuno.... vero? Mi faccia il piacere! vada,vada.....

    Report

    Rispondi

  • antari

    02 Dicembre 2010 - 18:06

    Bondi ha davvero sprecato denaro pubblico, per i suoi parenti e per le amiche di Berlusconi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog