Cerca

Pedofilia, in manette quattro persone per violenze su una bambina

La piccola all'epoca dei fatti aveva unidici anni. Arrestati due albanesi, un romeno e un italiano

Pedofilia, in manette quattro persone per violenze su una bambina
I finanzieri di Camerino hanno arrestato quattro persone (due albanesi, un romeno ed un italiano) per violenze sessuali su una bambina, iniziate quando la minore frequentava la quinta elementare.

Le Fiamme Gialle, nell’ambito degli sviluppi di una precedente indagine che aveva portato all’arresto un settantottenne che adescava ragazzine con regalie e pochi spiccioli nei pressi dei giardini pubblici di Castelraimondo, sono venute a conoscenza che una bambina che frequentava soltanto la quinta elementare, era oggetto di attenzioni morbose di diversi quarantenni di diverse etnie: albanese, rumena ed italiana.

L’informazione in questione era stata fornita da una vittima del pedofilo arrestato che era stata ascoltata dagli inquirenti. In particolare, la minore ha lasciato intendere che una sua coetanena, non meglio identificata, fosse stata oggetto di attenzioni morbose a sfondo sessuale da parte di maggiorenni. Immediatamente sono iniziate le investigazioni nei comuni di Gagliole, Castelraimondo e San Severino Marche con acquisizione di informazioni, sopralluoghi, rilevamenti fotografici, appostamenti e pedinamenti, per individuare la presunta vittima, i possibili autori dei reati a sfondo sessuale, nonchè di delineare i contorni della vicenda.

La vittima è stata identificata in una bambina di origine romena che, all’epoca dei fatti, aveva undici anni. I sospetti sui possibili colpevoli si sono concentrati su alcuni soggetti di età compresa tra i 30 ed i 45 anni che con le proprie autovetture erano stati spesso notati vicini all’abitazione della minore. Tutti i responsabili sono stati arrestati: tre si trovano in carcere e uno ai domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioti

    06 Aprile 2011 - 12:12

    O, in alternativa, l'evirazione.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    04 Dicembre 2010 - 23:11

    non notano nulla,non sospettano nulla,non osservano nulla......????

    Report

    Rispondi

  • marco.baldaccini

    01 Dicembre 2010 - 21:09

    condivido i 2 commenti lasciati In quanto a quella povera piccola che ha subito violenze penso che crescendo si porterà dietro ciò che ha subito fino alla vecchiaia e sinceramente per questi reati le punizioni sono soltanto 2 : la pena di morte oppure lasciare questi mostri in pasto alla folla

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    01 Dicembre 2010 - 14:02

    Tagliare le mani?Poi ce li dobbiamo mantenere,dare loro casa,lavoro adeguato secondo i buoni dettami democratici.Secondo i miei,invece la cura costerebbe solo 50 cents,si fa una sola volta,ed ha effetto immediato e duraturo.Come fece la camorra quando ficco' in testa una pallottola nella pubblica piazza ad un pedofilo a Napoli.In,questo la Camorra è superiore a questo sgangherato Stato.Saluti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog