Cerca

Rapina in villa, sequestrati madre e figlio di 16 mesi

La violenza è avvenuta in provincia di Bergamo. La donna, incinta, minacciata con una pistola alla tempia

Rapina in villa, sequestrati madre e figlio di 16 mesi
Le hanno strappato il figlio e lo hanno tenuto in ostaggio mentre saccheggivano la casa. L'orribile storia arriva da una villetta di Comenduno di Albino, in provincia di Bergamo.

Alla donna, incinta, è stato preso il figlio di appena sedici mesi. La minaccia è bastata a tenerla ferma mentre tre malviventi armati facevano razzia nella villetta.

I tre sono arrivati dal giardino dove, nascosti da un passamontagna, hanno sorpreso la donna costringendola ad aprire la porta. Hanno puntato una pistola alla tempia della donna e hanno preso il neonato. Dopo aver arraffato tutto ciò che potevano sono fuggiti, minacciando la donna e urlandole di non denunciare il furto. La signora è stata poi accompagnata in ospedale in stato di shock.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    04 Dicembre 2010 - 20:08

    DI CHI LA COLPA? qualsiasi sia la causa,le PENE fanno ridere e la alimentano.io li manderei in blocco nelle ville dei giudici.Solo così forse darebbero pene adeguate.

    Report

    Rispondi

  • brunello.faraldi

    03 Dicembre 2010 - 11:11

    tanto sappiamo come va a finire i responsabili appena presi saranno condannati agli arresti domiciliari e quindi continnueranno a fare i propri comodi. O i giudici credono ancora alla befana,

    Report

    Rispondi

  • brunello.faraldi

    03 Dicembre 2010 - 11:11

    come fa il sig: Rutelli condannato in cassazione per le commissioni facili quando era sindaco di Roma, e personalmente a pagare più di trecento milioni.su di un conto di oltre 2 miliardi a fare il politico.? Non mi pare un buon esempio di correttezza.

    Report

    Rispondi

  • nando40

    03 Dicembre 2010 - 11:11

    Per questa gente serve la pena di morte,se li mettiamo in carcere dobbiamo anche mantenerli.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog