Cerca

Yara: il padre, una lettera da leggere in chiesa. Continuano le ricerche

La famiglia Gambirasio rompe il silenzio e si apre ai parrocchiani

Yara: il padre, una lettera da leggere in chiesa. Continuano le ricerche

Per la prima volta dalla scomparsa della figlia Yara, ormai una settimana fa, i Gambirasio faranno sentire la propria voce. Ma coerentemente con il riserbo mantenuto dalla famiglia, e dalla notevole sobrietà della stessa, le parole saranno contenute in un messaggio cartaceo scritto da Fulvio Gambirasio e consegnato al parroco di paese. La lettera sarà letta domani sera nella chiesa parrocchiale di Brembate Sopra nel corso della veglia di preghiera organizzata proprio dal prete.

Venerdì un giubbino nero è stato trovato  in un punto non molta distante dalla zona in cui era scomparsa Yara Gambirasio. Dopo le speranze iniziali, giacché si pensava che potesse essere un indizio utile nelle indagini circa la ragazzina scomparsa una settimana fa, si è saputo che il giubbino è di una taglia più grande e dunque non della ragazza.

Intorno alle 10,30 una donna si era presentata al cantiere del centro commerciale di Mapello dove da lunedì sono in corso approfondite ricerche da parte degli inquirenti e aveva raccontato di avere visto gettare dal finestrino di un’auto in corsa un sacchetto sul tratto di Mapello del nuovo Asse interurbano di Bergamo aperto solo la scorsa settimana.
La donna ha poi accompagnato i carabinieri sul posto, e lì è stato trovato un giubbino nero simile a quello che Yara indossava al momento della scomparsa. Ora si sta cercando di capire se possa essere effettivamente il suo. Tra ieri e oggi sono numerose le segnalazioni di ogni tipo che stanno arrivando ai carabinieri.

AUMENTANO LE SEGNALAZIONI -
Lettere anonime, avvistamenti rivelati in moto tardivo, testimoni dell’ultimo minuto: più passano i giorni e più, paradossalmente, invece di diminuire le segnalazioni sulla scomparsa della 13enne Yara Gambirasio sembrano aumentare.
Purtroppo però della ragazzina scomparsa una settimana fa da Brembate di Sopra, in provincia di Bergamo, continua a non esserci traccia. Dopo i tentativi vani del giorno precedente, venerdì mattina le ricerche sono riprese e sono state estese a diversi comuni della provincia bergamasca dopo che nei giorni scorsi la zona della scomparsa era stata battuta palmo a palmo.

Come in tutti i casi di scomparsa che diventano oggetto di forte attenzione mediatica, anche per Yara dunque si moltiplicano gli elementi al vaglio degli investigatori che ieri avevano riascoltato i vicini di casa della famiglia Gambirasio, tra cui, con il Pm Letizia Ruggeri, il 19enne Enrico Tironi che domenica scorsa prima raccontò ai giornalisti di aver visto la 13enne salire su un’auto con due uomini, e poi davanti ai carabinieri smentì tutto finendo così denunciato per procurato allarme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Brinetta

    23 Dicembre 2010 - 07:07

    E' un labirinto di strade da percorrere, questa storia di Yara! Senza una traccia anche minima che possa indirizzare verso la giusta direzione. Sento ipotizzare ..."Non sarebbe mai andata con qualcuno che non conosceva !" E penso con raccapriccio alla possibilità che Yara sia stata presa con la forza e caricata su una macchina! E' l'ipotesi più probabile. Ormai è quasi un mese che manca da casa, e immagino l'angoscia dei familiari, acuita da queste feste natalizie. Faccio un appello assurdo e che probabilmente sarà inascoltato da chi l'ha rapita. Qualunque cosa sia successa, anche la più tragica, fate in modo di far ritrovare Yara! Basta una indicazione anonima, una lettera, una segnalazione, in cui diate la possibilità a questa povera famiglia di conoscere la verità! Pensate alla vostra di famiglia, ai sentimenti che provate, e poi pensate a loro, ai genitori di Yara. Mettetevi una mano sul cuore !

    Report

    Rispondi

  • taccodighino

    04 Dicembre 2010 - 02:02

    Sembra la fotocopia della storia di avetrana. Qualche pazzo che vuole dimostrare qc. www.prateriarossa.it

    Report

    Rispondi

  • James Baker

    03 Dicembre 2010 - 17:05

    Cari amici del blog: tra di noi c'é una mente malata che da molti anni si diverte ad abbattere tutti i nostri valori millenari. Se si riesce a capire questo piccolo concetto, facciamo ancora in tempo a recuperare il futuro della nostra società. Sempre in maniera figurata, é stata imboccata una discesa molto difficile da risalire: in fondo alla discesa, immaginate Voi cosa c'é.

    Report

    Rispondi

blog