Cerca

Fallimento Micop, il pm:

Sei anni per Coppola

Fallimento Micop, il pm:
Sei anni di reclusione. È questa la richiesta avanzata dai pubblici ministeri Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli per Danilo Coppola, imputato per bancarotta fraudolenta aggravata e patrimoniale in relazione al fallimento di una sua società, la Micop (con un buco da 13 milioni e 410 mila euro). Il processo per il fallimento della Micop è uno dei filoni di indagine scaturito dal crack finanziario, 130 milioni di euro del gruppo Coppola. Richieste di condanna sono state fatte per altri tre imputati, tutti e tre collaboratori di Coppola: la commercialista Daniela Candeloro (4 anni e 6 mesi di reclusione), Francesco Bellocchi, già direttore finanziario ed ex cognato di Stefano Ricucci (4 anni) e Alfonso Ciccaglione (3 anni). Per Coppola e Bellocchi sono state sollecitate anche pene accessorie mentre per Ciccaglione,che ha contribuito a fare chiarezza in sede di indagine, sono state sollecitate le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti. Chiesta invece l'assoluzione per l'avvocato Paolo Colosimo ed i collaboratori di Coppola Andrea Raccis e Luca Necci. Per tutti gli imputati è stata chiesta l'assoluzione in relazione al reato di induzione al falso in merito alla individuazione di un prestanome che avrebbe dovuto gestire la società.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    13 Dicembre 2008 - 16:04

    Non posso dire di essere molto informato sulla vicenda, ma mi sembra che di tutti i mezzolestofanti o lestofanti che si sono negli ultimi anni affacciati al teatrino della furbizia, questo coppola sia stato trattato con insolito e sospetto accanimento. E' solo una 'sensazione', ma se ci aggiungiamo anche la 'certezza' che la ns giustizia è un letamaio, forse qualcosa c'è......

    Report

    Rispondi

blog