Cerca

'Ndrangheta, maxi-blitz a Cosenza, 49 in manette. Cosca Bruni in ginocchio

Tra gli arrestati spicca Bonaventura La Macchia, ex parlamentare dell'Udeur di Mastella

'Ndrangheta, maxi-blitz a Cosenza, 49 in manette. Cosca Bruni in ginocchio
Nuova operazione contro la 'ndrangheta in Calabria. In manette sono finiti 49 opresunti affiliati alla cosca Bruni, tra i quali spicca il nome di Bonaventura La Macchia (nella foto), ex parlamentare dell'Udeur. In manette anche Michele Bruni, considerato il capocosca, e scarcerato soltanto martedì.

GLI ILLECITI - La cosa Bruni, secondo quanto emerso dalle indagini, si sarebbe infiltrata in molteplici attività imprenditoriali, tra le quali la gestione delle onoranze funebri e di una discoteca nel centro di Cosenza. La cosa avrebba avuto anche un ruolo attivo nel traffico di droga, in estorsioni e rapine contro furgoni portavalori. Le azioni sarebbero avvenute con la complicità di mafioso pugliesi.

L'EX DEPUTATO - Bonaventura La Macchia era stato eletto per la prima volta deputato nel 1996 con la Lista Dini, mentre tre anni dopo aveva aderito all'Udeur. La Macchia era già stato arrestato negli anni '90 per illeciti finanziari. Tra gli arrestati, infine, ci sono anche due carabinieri, sui quali pende l'accusa di conocorso esterno in associazione mafiosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rocco46

    15 Dicembre 2010 - 14:02

    Siete molto morbidi nel dire " in ginocchio la cosca Bruni ". I danni che tutte queste cosce in Calabria e nel mondo fanno è illimitata altro che in ginocchio loro siamo noi che negli ultimi 40 anni per colpa di questi ......abbiamo perso molto ma molto in tutti i sensi venite a vivere da noi ?

    Report

    Rispondi

  • simo70

    15 Dicembre 2010 - 11:11

    A 50 arresti alla volta, mi chiedo: ma c'è qualche persona per bene in certe zone?? La domanda mi è sorta spontanea..

    Report

    Rispondi

  • lone-wolf

    15 Dicembre 2010 - 10:10

    Per un Capo del Governo colluso con mafia, camorra e 'ndrangheta, tutti questi arresti e sequestri alla malavita sono un po' strani. Fossero opera dei santissimi, purissimi saviano-di pietro-travaglio, ci crederei.... A meno che i tre non ci dimostreranno, se non l'hanno gia fatto, che da tutti questi arresti e sequstri di beni, il Diavolo B. non tragga un profitto, che ci faccia business...

    Report

    Rispondi

blog