Cerca

Roma in fiamme. Il ministro Maroni: "E' andata bene"

Scontri: per il leghista poteva scapparci il morto. Pd: "Riferisca in Aula su infiltrati". Alemanno: "Danni per 20 mln"

Roma in fiamme. Il ministro Maroni: "E' andata bene"
Il day after l'assalto al centro di Roma di black bloc e studenti, il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, traccia un bilancio. "Non potrei dire di essere soddisfatto vedendo quelle immagini, ma posso e voglio dire che è andata bene: poteva scapparci il morto", ha chiosato. "Duemila persone sono entrate in un corteo con una violenza infinita, capace di scatenare il finimondo".

ROBERTO MARONI -
Il titolare del Viminale ha poi telefonato al questore di Roma per esprimwergli "vicinanza e solidarietà per gli agenti contusi", e l'apprezzamento "per l'equilibrio e l'oculata gestione dimostrata in tutte le fasi della manifestazione". Maroni poi si è rivolto a chi ha criticato l'operato delle forze dell'ordine: "Chiedo, in alternativa cosa dovevamo fare? Usare i carri armati". Il ministro ha voluto così smentire chi sostiene che i facinorosi abbiano potuto agire indisturbatamente: "Non è assolutamente vero", ha aggiunto, "e infatti non ci sono state né vittime né feriti gravi, come invece questi criminali avrebbero voluto. E' inutile girarci intorno: si tratta di delinquenti che vanno fermati, professionisti della violenza che non sono più tollerabili". Il ministro chiude poi invitando a riflettere sulla chiusura dei centri sociali, ribadendo che "il terrorismo urbano non può essere più tollerato". 

IL SINDACO ALEMANNO
- Intanto, a Roma, sono rimasti le carcasse dei mezzi distrutti, le macerie e la terra bruciata dalle manifestazioni. Per Gianni Alemanno, il sindaco della capitale, "i danni sono ingenti: si tratta di circa 20 milioni di euro. Ora faremo una verifica più attenta. Il Comune di Roma", ha continuato Alemanno, "si costituirà parte civile contro coloro che hanno provocato questi incidenti e questi danneggiamenti.

"RIFERISCA IN AULA" - Da par suo, l'opposizione, chiede che si faccia luce su alcuni scatti fotografici che dimostrerebbero come tra i manifestanti ci fossero infiltrati delle forze dell'ordine. "Ieri a Roma c'erano evidentemente degli infiltrati che hanno messo a rischio i manifestanti e le forze dell'ordine", accusa il presidente dei senatori del Pd, Anna Finocchiaro. "Chi li ha mandati? Chi li paga? Cosa devono causare?" chiede la senatrice, conversando con i giornalisti al Senato. "Chiediamo che il ministro dell'Interno Maroni venga in aula la prossima settimana. Abbiamo chiesto che il ministro dell'Interno riferisca in aula su tre punti rispetto a quelli che ieri erano chiaramente degli infiltrati nelle manifestazioni di Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fletchersilver

    17 Dicembre 2010 - 18:06

    L'errore fondamentale commesso dalle Forze dell'Ordine durante gli scontri a Roma è stato quello di non bastonare senza pietà i facinorosi da mandarli tutti all'ospedale con le teste e le membra fracassate. Il trattamento avrebbe dovuto essere portato avanti al punto da far finire una parte dei teppisti sulle sedie a rotelle per il resto della loro vita e l'altra parte da essere ridotti in stato vegetativo. Mai arrestarli infatti s'è visto cosa poi hanno combinato i compagni magistrati: li hanno liberati tutti. Certo che se le forze (sic!) dell'ordine si comportanpo come damigelle inglesi in gita domenicale, allora che si faccino pure menare. Mal voluto non è mai troppo.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    16 Dicembre 2010 - 16:04

    Ce l'ha un posto dove nascondersi , signor Riccardo?

    Report

    Rispondi

  • prodomoitalia

    16 Dicembre 2010 - 11:11

    Caro Ministro Maroni noi italiani di buon senso non Le chiediamo d' impiegare i carri armati ma autoblindo ed AUTOPOMPE siiiiiiiii. Per quel che mi riguarda sono STUFO MARCIO di vedere le Forze dell'Ordine impossibilitate a difendersi come dovrebbero e potrebbero se qualcuno Le cautelasse a priori . Invece prendono botte da tutte le parti :prima dai manifestanti e poi dai soliti et semper noti "magistrati democratici " . Che schifo . Chiarisco di non aver mai fatto parte di nessuna delle tre Forze di Polizia . Alla finocchiaro , che chiede di riferire sui mandanti , consiglierei solo di guardarsi allo specchio: uno (una pardon ) se lo troverebbe immediatamente di fronte . Quanto poi ai soldi : chiedere a Botteghe Oscure. Si il palazzo è stato venduto ma il conto corrente bancario è sempre attivo . BRUTTA RAZZA I COMPAGNI sempre pronti a travisare le verità.

    Report

    Rispondi

  • emmanuel58

    16 Dicembre 2010 - 10:10

    il disastro commesso... Sul sito di Repubblica, per tutto il giorno, campeggiava la foto con lo striscione portato da giovani a viso scoperto "se il governo avrà la fiducia scateneremo l'inferno" ...pertanto non si dicano fesserie e non cerchino scuse con infiltrati et similia, gli scontri sono stati fomentati da mesi di campagna di odio. Ho vissuto in prima persona il 77 a Roma e infatti noi dei collettivi politici studenteschi eravamo per la maggioranza contro gli scontri (cosiddetta politica degli opposti estremismi che qualcuno vuole fare tornare in auge)...Berlinguer tacciò di fascisti gli autonomi nel 77, e quando Bobbio (il liberalsocialista) lo censurò in nome della 'democrazia', il grande politico ribadì il concetto: squadristi fascisti montati da intellettuali da quattro soldi. Poi sappiamo come finì. Oggi: Berlusconi è un autocrate, ma Fini è uno col pelo sullo stomaco, con l'animo livoroso e fascista connaturato in lui, e pertanto dobbiamo aspettarci di tutto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog