Cerca

Le 15enni sparite da Vercelli avvistate a Milano

Nicole e Fatima sarebbero in Lombardia. Sempre più probabile la fuga volontaria

Le 15enni sparite da Vercelli avvistate a Milano

Nicole e Fatima sono state avvistate a Milano e hinterland. La questura ha ricevuto numerose segnalazioni di Nicole Donis e Fatima Dermouni, le due ragazze di 15 anni scomparse dallo scorso sabato a Vercelli. E' ritenuta attendibile quella del gestore di un kebab-restaurant di Novara che dice di averle viste insieme nel suo locale domenica. È confermata, dunque, l'ipotesi dell'allontanamento volontario. I cellulari delle due ragazze continuano a risultare spenti.

LA FUGA - Le due ragazze mancano da casa da cinque giorni. Da quando, sabato sera, sono uscite insieme a Vercelli. Poi di loro nessuna traccia e i telefonini sono muti. Nicole Donis si è allontanata di casa intorno a ora di cena dicendo a suo padre e a suo nonno che sarebbe andata a trovare la sua amica Fatima che era stata cacciata di casa e dormiva in garage. "Ho preso brioche e biscotti" ha detto prima di uscire.

SCOMPARSE NEL NULLA - Fatima Dermouni è una coetanea di Nicole, hanno entrambe 15 anni. Fatima è di origine marocchina e, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, non è la prima volta che scappa di casa e dai suoi genitori adottivi. Sua madre ha visto la figlia uscire di casa con Nicole verso le 21 di sabato 18 dicembre. "Andiamo a fare un giro per Vercelli" ha detto la 15enne. Gli inquirenti hanno ipotizzato un allontanamento volontario ma non scartano alcuna pista. Di loro si sta occupando anche la trasmissione televisiva "Chi l’ha visto?". Le indagini procedono in più direzioni anche perché‚ si moltiplicano le segnalazioni sul loro avvistamento.

FAMIGLIA PERPLESSA - "Magari ci fosse un indizio vero - ha detto il nonno di Nicole al Corriere della Sera - non ha mai fatto una cosa del genere, avvisava anche per dieci minuti di ritardo". Parenti e amici giurano che Nicole non sarebbe mai fuggita e che in famiglia non c'erano problemi. Intanto su Facebook, come spesso accade in questi casi, è successo per Sarah e anche per Yara, è nato il gruppo "Cerchiamo Nicole Donis" e le compagne di scuola si sono mobilitate per cercarle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • augusto.ciccarelli

    24 Dicembre 2010 - 18:06

    bisogna proprio fare così. Non è sopportabile far pagare alla collettività, non solo le scalate appesi ad una roccia, perdersi tra i boschi in cerca di funghi, andare a giocare la domenica a tennis e rompersi i legamenti e, per ultimo, sparire con una amica per una bravata. Le ricerche, i mezzi utilizzati ed il personale impiegato, alla fine dei conti hanno un totale complessivo di uscite nel già striminzito bilancio dello Stato. Incominciamo a rendere obbligatorio l'assicurazione per infortuni per tutti quelli che praticano lo sport e, poi, per consegnare il conto delle spese sostenute, mandiamo la Guardia di Finanza a casa di chi pretende di essere ritrovata per poi sentirsi dire che è stato solo una bravata. AC

    Report

    Rispondi

blog