Cerca

In fiamme la masseria della Forleo. Per gli inquirenti è un attentato

Brindisi: l'incendio nella notte. E nelle stesse ore va in fiamme l'azienda dell'uomo che aveva la casa in locazione

In fiamme la masseria della Forleo. Per gli inquirenti è un attentato
Un incendio ha danneggiato gravemente la villa del giudice Clementina Forleo. Per gli investigatori si tratta di un attentato. La coincidenza, infatti, è più che singolare. Nella notte tra martedì e mercoledì non è andata a fuoco soltanto l'abitazione del giudice, ma anche l'azienda dell'imprenditore agricolo che da due anni aveva in locazione la casa del magistrato.

DOPPIO INCENDIO - L'abitazione della Forleo si trova sulla strada tra Francavilla Fontana (Brindisi) e Sava (Taranto). Il rogo è divampato nella notte intorno all’una. Sul posto sono intervenute quattro squadre dei Vigili del Fuoco. La villa da due anni era stata data in locazione a un imprenditore agricolo di Manduria, un paese in provincia di Taranto. Sempre nella notte e più o meno alla stessa ora, l'imprenditore ha subìto l'incendio della sua azienda. La circostanza lascia pochi dubbi agli inquirenti: i due gesti sarebbero collegati e di natura dolosa.

CHI E' LA FORLEO - Clementina Folreo, classe 1963, salì agli onori delle cronache quando assolse due tunisini dall'accusa di terrorismo internazionale. Alla base della scelta, la distinzione tra "guerriglierie" e "terroristi". Nel suo curriculum, celebre nel 1992 il rifiuto a disporre il giudizio contro Gianni Melluso, un pentito verso il quale Enzo Tortora presentò una denuncia per diffamazione. Punto più alto della carriere della Forleo, il caso Antonveneta, dove venne criticata per l'uso di intercettazioni che coinvolgevano dei parlamentari. Dal 2010 le è stata sospesa la scorta personale.

INCIDENTE -
Nel 2005 entrambi i genitori della giudice persero la vita in un incidente stradale, avvenuto sempre nelle campagne che circondano Francavilla. Sulla natura di quell'episodio, come su quella di altre intimidazioni che la Forleo ha subito, il magistrato ha sempre manifestato forti sospetti e dubbi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ennaz

    05 Gennaio 2011 - 18:06

    Tutta la mia solidarietà alla dott.ssa Forleo che è una dei pochi magistrati corretti e responsabili. Quale è stato il commento dell'ANM?

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    05 Gennaio 2011 - 18:06

    ...disgrazia,non infierisco mai;anzi, per natura provo uno slancio di difesa.Non mi piacciono quelle persone che si comportano da corvidi,aspettando che la preda barcolli.Non mi è piaciuto quel giocare sui termini,a guisa di...decido io(mai letto nei ns.codici),la faccenda del..tunisino.Comunque lei, era a favore sulla divisione delle carriere,riforma molto temuta,avversata dai...giudici.Può essere che sia stata invisa da qualcuno/alcuni...e quindi presa di mira come una qualsivoglia vendetta.Ne sapremo di più,col tempo.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    05 Gennaio 2011 - 17:05

    Oggi, un giudice come me, lo chiede al potere se può giudicare. Tu sei il potere. Vuoi essere giudicato? Vuoi essere assolto o condannato?

    Report

    Rispondi

  • Dream

    05 Gennaio 2011 - 16:04

    il fattaccio è diretto proprio all'imprenditore?? e non c'entra na mazza con il clima di odio verso i magistrati da parte del Pdl??(che emerita stronzata!)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog