Cerca

Ricoverata per tonsillite, muore a otto anni

La tragedia al Gaslini di Genova. Peggiora dopo la terapia. Esclusa meningite

Ricoverata per tonsillite, muore a otto anni
Morire per una tonsillite. E' successo a una bambina di otto anni, ricoverata dal 3 gennaio con una diagnosi di tonsillite, e morta all'istituto pediatrico Gaslini di Genova.

PEGGIORATA DOPO RICOVERO - Gli esami di laboratorio sono in corso per accertare le cause del decesso. Solo nei prossimi giorni, dopo analisi complete si potrà avere una risposta. Da un primo riscontro si sospetta tuttavia una causa infettiva. Secondo quanto si è appreso, al suo arrivo in ospedale la bimba era già stata trattata con una terapia antibiotica. Dopo il ricovero le condizioni della bimba sono peggiorate, tanto che è stata trasferita nel reparto di rianimazione, dove poi è morta la notte tra martedì e mercoledì.

"ESCLUSA MENINGITE" - Il direttore sanitario dell'istituto Gaslini di Genova, Silvio Del Buono, deciderà nelle prossime ore se mettere a disposizione dell'autorità giudiziaria la salma della bambina. "Al momento", ha spiegato Del Buono, "la vicenda clinica della piccola è lineare. Dall'evoluzione dei sintomi ci sentiamo di escludere la meningite o una forma di influenza. Saranno comunque le analisi che abbiamo predisposto a dare una risposta definitiva".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    07 Gennaio 2011 - 13:01

    Se proprio dovete andare in un ospedale pubblico,gli esami fateli PRIMA

    Report

    Rispondi

  • oldcaesar

    06 Gennaio 2011 - 19:07

    Non vorrei urtare la suscettibilità di nessuno, tanto meno di chi è nel dolore; però certi eventi al nostro delicato meccanismo biologicoi sovente non dipendono dal luogo in cui si è sarebbero accaduti comunque. Giustissimo fare gli accertamenti.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    06 Gennaio 2011 - 19:07

    meglio farli prima e non dopo per scoprire le cause della morte. Inaccettabile!

    Report

    Rispondi

blog