Cerca

Alitalia, 'decollo' difficile

Cancellati oltre cento voli

Alitalia, 'decollo' difficile
La nuova alitalia sembra proprio non riuscire a decollare in serenità. A causa dell'assemblea dei lavoratori dell'handling (carico e scarico bagagli) di Alitalia Airport, oltre cento voli sono stati cancellati a Fiumicino. Tra i voli annullati anche quelli diretti a Tunisi, S.Pietroburgo, Francoforte, Parigi, Tirana, Varsavia, Praga e Istanbul. E Le assemblee spontanee delpersonale aeroportuale, annunciano da Alitalia, avranno certamente ripercussioni sul traffico aereo: molti voli saranno cancellati, altrettanti subiranno anche forti ritardi. Forte disappunto è stato espresso dal presidente dell'Enac Vito Riggio il quale ha definito il comportamento dei lavoratori "non conforme alle regole nel settore dei trasporti, soprattutto nel periodo pre-natalizio". Riggio ha poi invitato le parti "a chiarire al più presto le contrapposizioni per permettere lo svolgimento delle attività di volo".
E la replica dei sindacati non si è lasciata attendere: secondo i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Ugl i "disagi sono diretta responsabilità dei vertici Cai. Manca il buon senso e il rispetto delle persone. Invitiamo Cai a un'immediata revisione degli errori commessi. Ci aspettiamo soluzioni immediate in linea con le intese sottoscritte". I sindacati si sono detti "fortemente preoccupati per la sorte di 500 colleghi in cassa integrazione i quali" a detta delle rappresentanze dei lavoratori, "verrebbero sostituiti da altro personale assunto a tempo indeterminato di cui non si conosce la provenienza.
Matteoli: tornare immediatamente alla normalità Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha ordinato ai dipendenti Alitalia, riuniti in assemblea a Fiumicino, di riprendere immediatamente le attività lavorative. Lo si legge in una nota, nella quale viene sottolineato che “per le sue modalità di effettuazione” l’assemblea, organizzata spontaneamente, si configura come “uno sciopero in violazione della legge, dello Statuto dei lavoratori e del contratto collettivo di lavoro”. Un’astensione che “sta causando pesanti disservizi al funzionamento del servizio interessato e grave pregiudizio al diritto di mobilità garantito dalla Costituzione”. A questo proposito, proprio Matteoli fa notare che queste sono ore particolarmente delicate per il numero di passeggeri in viaggio per le festività natalizie.
Nel frattempo la Protezione civile laziale ha inviato all’aeroporto di Fiumicino 50 uomini per aiutare i passeggeri bloccati nello scalo per la protesta del personale Alitalia. Dei voli sono cancellati, altri passeggeri sono in attesa dei bagagli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    23 Dicembre 2008 - 10:10

    Ero a Fiumicino stamane, ho assistito a molti voli cancellati. Di certo, i bagagli non venivano distribuiti: tutto merito del personale alitalia che ha deciso, senza preavviso, di andare in assemblea. Non posso che esser contento quando sento che alcuni dipendenti di alitalia rischiano di rimanere disoccupati. Mandiamoli a casa, tanto questi voglia di lavorare non ne hanno...

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    23 Dicembre 2008 - 10:10

    Il pericolo per CAI,e per l'Italia intera,di cui noi tutti facciamo parte, è che gli si era data,nei decenni, troppa crusca a questi "lavoratori" uando ci si abitua ad un certo andazzo,ad una certa spavalderia, quando i capibastone (mi riferisco soprattutto ai piloti,anche se stavolta mi pare i "protagonisti delle assemblee spontanee siano altri) pensano di essere l'ago della bilancia e credono che la gestione aziendale spetti a loro,invece che a chi sta al comando,"a l'è dùra"tornare indietro. Una volta si fa sciopero per i licenziandi,un'altra volta lo si fa perchè non va a genio il sistema di assunzione dei nuovi dipendenti,un'altra volta perchè magari cambiano le divise e il colore non piace, e via a spron battuto verso il baratro. Scioperare sotto le Feste ? Un vecchio trucco , abbastanza imbecille,un pò come "tagliarsi i coglioni" da sè stessi medesimi. E prego la Spett.Redazione di non cassare quel "coglioni" che mai è andato a pennello come in questa "trista" occasione...

    Report

    Rispondi

  • babybaffy

    23 Dicembre 2008 - 10:10

    mi meraviglio che ci siano ancora degli imbecilli che usano Alitalia, se le vanno proprio a cercare !! io ho sempre usato Air France e Alitalia l'ho cancellata da oltre 20 anni !! mah ! Buonanotte

    Report

    Rispondi

blog