Cerca

Donna scomparsa, marito confessa: "L'ho uccisa io"

Versilia, crolla il coniuge della donna albanese scomparsa l'ultimo dell'anno

Donna scomparsa, marito confessa: "L'ho uccisa io"
E' stato il marito Francesco Quinci, 36 anni, ad uccidere Rajmonda Zefi, 30 anni, la donna di origine albanese scomparsa dal giorno dell'ultimo dell'anno a Massarosa, in provincia di Lucca. L'uomo ha confessato nel corso della notte tra venerdì e sabato 8 gennaio, dopo un lunghissimo interrogatorio nella caserma dei carabinieri. Sono quindi scattate le ricerche del corpo della donna, che è stato poco dopo ritrovato in un bosco in località Colle dello Scopeti, nel Comune di Stazzema, in Alta Versilia. La coppia, due figli di 3 e 8 anni, si stava separando, e gli investigatori avevno subito scartato l'ipotesi della fuga volontaria.

LA VICENDA - Dopo il mistero della scomparsa, che data ormai da agosto, di Maddalena Semeraro e della figlia Claudia Vera Carmazzi a Torre del Lago, nella vicina Massarosa (Lucca) le indagini erano partite per la scomparsa di Rajmonda Zefi, 30 anni, di origine albanese, madre di una bimba di 3 anni e di un bimbo di 8. La donna era sparita il 31 dicembre scorso, ma il compagno, e padre dei suoi figli, Francesco Quinci, aveva presentato denuncia ai Carabinieri solo il 3 gennaio. Tempi e modi della denuncia avevano da subito insospettito gli inquirenti: i militari, su disposizione della Procura di Lucca, hanno posto sotto sequestro l'auto dell'uomo, un'Honda Civic, e l'abitazione della coppia, in località Stiava, frazione di Massarosa.

LA VITTIMA E I SOSPETTI - Di recente Rajmonda aveva messo in piedi una società di eventi, con dei connazionali, e doveva organizzare una festa la notte di San Silvestro, in un locale di Viareggio: proprio il 31 dicembre è uscita di casa e da allora famigliari e colleghi ne hanno perso le tracce. Il telefonino è spento, e l'auto della donna, una Toyota Corolla, è a Viareggio, dove vivono alcuni parenti di lei. Nell'abitazione di Stiava sono stati eseguiti rilievi da parte della Scientifica. Gli investigatori avevano già ascoltato il convivente, ma anche amici e colleghi di Rajmonda. Secondo quanto emerso, nella coppia ci sarebbero stati problemi da qualche tempo; la 30enne, inoltre, viene descritta come molto attaccata ai figli, e questo rende poco credibile la pista dell'allontanamento volontario. Francesco Quinci lavorava come marmista nella ditta di famiglia. La figlioletta è con lui, mentre il maschietto è da parenti in Sicilia. Rajmonda Zefi è alta 1.65, ha capelli biondi ed occhi marroni, ed è di corporatura esile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog