Cerca

Csm contro il Cav: "Insulta magistratura"

Il premier definì "famigerato" il pm del caso Mills. Per le toghe, "accusa infondata, ci denigra"

Csm contro il Cav: "Insulta magistratura"
Il Csm continua la sua strenua lotta contro il Cavaliere. Questa volta l'accusa non è di natura politica, ma si spinge sul piano della continenza verbale. Silvio Berlusconi avrebb denigrato con accuse infondate il sostituto procuratore di Milano Fabio De Pasquale. Ma anche la magistratura nel suo complesso. Questa la "sentenza" della Prima Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura, allegata alla proposta di risoluzione con cui ha concluso la pratica a tutela di De Pasquale, il pm del processo Mills.

LA FRASE INCRIMINATA - Il Csm si riferisce alle parole pronunciate lo scorso 3 ottobre dal Premier, il quale disse che esiste una "associazione a delinquere" tra le toghe e definì "famigerato" il magistrato. La pratica per De Pasquale è stata approvata a maggioranza, con un solo voto contrario: quello del laico della Lega Nord Matteo Brigandì.

IL CASO - Durante la festa del Pdl di Milano, Berlusconi definì "famigerato" De Pasquale e parlò di una "associazione a delinquere" tra i magistrati. Sottolineando che "tre diversi collegi (primo grado, secondo grado e Cassazione)" hanno avallato la tesi del pm del processo Mills, inoltre, il Premier sottilineava l'esistenza di "un accordo fra i giudici di sinistra che vuole sovvertire il risultato delle elezioni". Berlusconi rilevò come De Pasquale fosse "lo stesso pm che disse a Cagliari (il presidente dell'Eni travolto da Tangentopoli e morto suicida nel 1993, ndr) che il giorno dopo l'avrebbe messo in libertà e poi è andato in vacanza e il giorno dopo Cagliari si è tolto la vita".

IL GIUDIZIO DEL CSM - Con la decisione di oggi, la Prima Commissione del Csm sottolinea quella che ritiene l'infondatezza delle accuse rivolte da Berlusconi a De Pasquale. Brigandì ha presentato una relazione di minoranza, mentre il documento votato lunedì sarà discusso dal plenum probabilmente la prossima settimana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bobirons

    11 Gennaio 2011 - 13:01

    x 11 | Postato da MAD | 11/01/2011 alle 09.31 Se Lei è più informato di me non posso che essere contento di apprendere cose nuove. Tuttavia, per dare sostanza alla Sua precisazione, potrebbe anche dire quali imputazioni vennero sollevate e, se lo sa, quali sentenze vennero emanate ? Grazie e cordiali saluti

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    11 Gennaio 2011 - 12:12

    Potremmo iniziare con il proporre che , quando un magistrato a causa della sua leggerezza, rovina una vita ad un'innocente, finisca in galera, contrariamente a quello che succede oggi, che viene promosso e aumentato lo stipendio.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    11 Gennaio 2011 - 12:12

    Che caratteraccio , fai sempre così quando qualcuno dimostra quanto sei fesso?

    Report

    Rispondi

  • z.signorini

    11 Gennaio 2011 - 11:11

    Purtroppo volente o dolente è la pura verità, i magistrati e il CSM sono semplicemente dei burattini politicizzati, che essi siano di destra o di sinistra. Quando si entra in un tribunale, c'è riportata una frase "LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI". Posso semplicemente dire e confermare per esperioenza personale, che non è assolutamente vero. Una persona che ha una attività e ha dei problemi e ha ragione, quando c'è di mezzo un magistrato sinistroide, il diritto di avere la tutela dei propri diritti non esiste. Non è una mia opinione è semplicemente una constatazione dei fatti. Credo che fin che i magistrati saranno una casta e non avranno responsabilità civile e penale, la giustizia italiana è semplicemente un merdaio e una fogna a cielo aperto, fatto di persone sorrotte politicamente, parassite della società italiana. Se i magistrati fossero una categoria seria, non avrebbero nessuna reazione a qualsiasi critica che si adossi, purtroppo hanno la coda di paglia. Dimostrino la loro serietà

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog