Cerca

Bruciato vivo a Lametia

Giovane gravissimo

Bruciato vivo a Lametia

Un giovane, fratello di un ragazzo scomparso dal dicembre 2006, è stato legato e bruciato vivo. Ma le fiamme si sono spente da sole e lui si è salvato, anche se ora versa in gravissime condizioni. Il brutale tentativo di omicidio è avvenuto a Curinga, un paese nei pressi di Lamezia Terme. Cristian Galati, ventiquattrenne di Filadelfia (Vibo Valentia) ha riportato ustioni di terzo grado su tutto il corpo. ''Sono stati in due. Mi hanno preso a Filadeldia e poi portato qui e picchiato'', avrebbe detto ai soccorritori.
Le indagini, condotte dai carabinieri della Compagnia di Girifalco, non escludono alcuna ipotesi. Il giovane è il fratello di Valentino, scomparso nel dicembre 2006 a vent'anni. Di lui non si sono più avute notizie e si suppone sia stato vittima di 'lupara bianca'.
Cristian, oltre alle ustioni, presenta un trauma cranico, segno che prima di essere dato alle fiamme e' stato anche picchiato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog