Cerca

Il governo boccia la tassa-immigrati

Lega: la ripresentiamo, all'estero c'è

Niente tassa per gli immigrati. Il governo ha detto no all'emendamento della Lega al decreto legge anticrisi che prevedeva un contributo di 50 euro per il rilascio del permesso di soggiorno agli extracomunitari. E' quanto è stato annunciato nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, alla ripresa dei lavori sul decreto legge anticrisi. "Io sono sempre stato contrario", ha detto Berlusconi. Ma la Lega non ci sta. I leghista Claudio D'Amico,  che ha chiesto l'emendamento dice: «Gli immigrati devono avere diritti e doveri, cioè devono contribuire a sostenere il Paese nel quale lavorano pagando le tasse. In fondo, Francia, Gran Bretagna e Spagna chiedono cifre ben più alte che variano da 200 a 365 euro». La Lega ripresenterà l'emendamento. Lo conferma il deputato Massimo Bitonci, firmatario della proposta di modifica. «L'emendamento proposto - sottolinea l'esponente del Carroccio - sarà ripresentato, visto che c'è stato il parere contrario del governo. Ritengo che sia un emendamento molto importante e che possa dare una mano anche all'ufficio delle Entrate e alla Guardia di Finanza per garantire la riscossione dei tributi e una maggiore garanzia per quanto riguarda il controllo di chi apre la partita Iva ed in particolare di quegli extracomunitari che come noto poi non pagano nessuna tassa o contributo.Come commercialista - spiega - e come sindaco mi è capitato di verificare insieme alla Guardia di Finanza il caso di cinesi che hanno aperto la partita iva come ditte individuali che dopo non aver effettuato alcun tipo di versamento l'hanno chiusa per poi riaprirla l'anno successivo nello stesso posto con un nome diverso». «Ritengo inoltre - conclude Bitonci - che le critiche di questi giorni siano strumentali, si tratta invece di una norma che permetterebbe di fare chiarezza nel panorama dell'apertura della partita iva da parte degli extracomunitari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giornali

    12 Gennaio 2009 - 11:11

    Non comprendo tutto lo strepitare intorno all'introduzione di un sistema di tassazione - peraltro in uso in altri Paesi europei - a carico degli immigrati. Si potrà caso mai discutere sull'entità degli importi da applicare, ma con quello che ci costano gli immigrati, clandestini e no, è normale che debbano contribuire anche loro.

    Report

    Rispondi

blog