Cerca

In manette Moccia, capoclan della Camorra

Il boss arrestato a Roma per aver violato la sorveglianza speciale. Viveva in un lussuoso appartamento ai Parioli

In manette Moccia, capoclan della Camorra
E' stato arrestato a Roma Luigi Moccia, considerato il capo dell'omonimo clan della camorra di Afragola, nel Napoletano. Altro successo nella lotta al crimine organizzato, questa volta messo a segno dai carabinieri di Casoria (Napoli). Secondo quanto si è appreso, Moccia è stato arrestato la notte scorsa a Roma, nella casa in cui risiedeva, nel prestigioso quartiere Parioli. Sorvegliato speciale, ha più volte violato la misura cautelare. Le ultime occasioni a Natale e Capodanno 2009, e svariate volte nel 2010 quando, secondo quanto accertato, ha incontrato diversi pregiudicati.

VIOLAZIONI - Moccia, 55 anni, pluripregiudicato, era residente ad Afragola (Napoli) ma, dopo aver chiesto ed ottenuto l'autorizzazione, si era trasferito nel novembre scorso a Roma, dove era regolarmente domiciliato. Scarcerato mesi fa, dopo essere stato ritenuto non colpevole di un omicidio di cui era stato accusato, il boss era stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli lo scorso 18 gennaio. In particolare viene accusato di aver violato per diverse volte, dal mese di dicembre 2009 al mese di settembre 2010, quando era residente ad Afragola, la misura di prevenzione della sorveglianza speciale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog