Cerca

Ritrovate a Roma le 16enni di Reggio: nessuna violenza

Anziano vede in strada le ragazze scomparse a Correggio. Erano sporche di sangue: messinscena per paura dei genitori?

Ritrovate a Roma le 16enni di Reggio: nessuna violenza
Sono state ritrovate a Roma Agnese e Serena, le due ragazze di 16 anni sparite da Correggio (Re) lunedì scorso. Si tratterebbe di una fuga adolescenziale: le giovani infatti non hanno subito alcuna violenza. E' quanto si è appreso dopo le visite mediche effettuate al Policlinico Casilino di Roma, dove sono tuttora ricoverate. Le ragazze sono state ritrovate ieri sera, intorno alle 21.45, nel quartiere Centocelle, viste in strada da un anziano con macchie di sangue e in apparente stato confusionale: una messa in scena, secondo gli agenti, attuata dalle ragazze per giustificare il loro allontanamento da casa. "Abbiamo visto due ragazze attraversare la strada barcollanti che chiedevano aiuto - è la ricostruzione di un passante -, venivano da un giardinetto di fronte ai palazzi. Erano entrambe scalze e sporche, una di loro era macchiata di sangue in faccia e sui polsi. Indossavano pantacollant e magliette. Sembravano in stato di choc, erano molto alterate, sembrava non sapessero neanche di trovarsi a Roma. Ad un certo punto si sono accasciate dietro un cassonetto". Alcuni effetti personali delle due sedicenni sarebbero stati trovati nell'angolo di un giardinetto pubblico con delle giostrine, di fronte ai palazzi in via degli Anemoni, mentre altri loro oggetti erano vicino a dei cassonetti. I genitori le hanno raggiunte a Roma all'alba.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    24 Gennaio 2011 - 23:11

    Pensa se fossero passate da Arcore, o presso la sede di Rete4, oppure vicino a casa di Lele Mora...oggi le troveremmo sotto falso nome in via Orgettina!

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    24 Gennaio 2011 - 09:09

    che dire? io non ricordo se, e parlo di quando avevo i loro 16 anni, avrei mai pensato di fare una bravata ( e mi limito per non usare termini ai più offensivi) del genere. Forse mancava la fantasia, oppure ne avevamo cosi tanta in più che la cosiddetta noia e voglia di trasgredire si limitava a cose che agli occhi di oggi sembrano stupidaggini. I ragazzi di oggi, purtroppo, sono i figli dei tempi, come lo son sempre stati nelle epoche e generazioni passate, ma quello che lascia sconcertati è la superficiale forma di pressapochismo e ragionamento minimo di sopravvivenza che dovrebbe comunque essere una costante, in tutte le generazioni. Due ragazze che spariscono di casa angosciando i genitori, e che poi dopo avere fatto quello che volevano, fingono chissà quali disgrazie ritornando a casa, mettono gli stessi genitori nelle condizioni di non vedere più le loro figlie con gli occhi di prima. Due cosi hanno pensato che oggi la strada più veloce è la migliore. stupide fino in fondo!!!!!

    Report

    Rispondi

  • taratotanto

    22 Gennaio 2011 - 08:08

    IRRESPONSABILI!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    22 Gennaio 2011 - 08:08

    C'è da stupirsi che non sia ancora comparso un magistrato a chiedere loro se per caso non erano passate de Arcore o da palazzo Grazioli.Ma.... abbiate fiducia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog