Cerca

Maltrattava bimba di 10 mesi, indagato il compagno della madre

Dramma a Roma: piccola in ospedale per lesioni ripetute, ma le sue condizioni sono buone. Interrogati i genitori

Maltrattava bimba di 10 mesi, indagato il compagno della madre
E' indagato per maltrattamenti il compagno della madre della bambina di 10 mesi ricoverata al policlinico Gemelli di Roma.
La bimba giunta sabato al policlinco capitolino con lesioni su tutto il corpo (ripetute nel tempo e anche non recenti), è ancora in terapia intensiva, non è intubata e respira autonomamente. Nel pomeriggio, poi, i medici hanno sciolto la prognosi: secondo un comunicato ufficiale dell'ospedale, la bambina ha trascorso una nottata tranquilla e "presenta attualmente condizioni neurologiche stabili, con uno stato di coscienza conservato; le funzioni emodinamiche e respiratorie sono autonome e valide, senza bisogno di ausili meccanici o farmacologici". E’ stata inoltre ripresa l'alimentazione per bocca.

LA VICENDA
- Nel fine settimana sono stati interrogati entrambi i genitori e l'attuale convivente della madre. Tutti e tre italiani di San Felice Circeo, i due uomini manovali e la donna bracciante agricola, si sono accusati reciprocamente. La bimba è stata posta sotto tutela dalla Procura dei minori di Roma. Sabato il personale del 118  era stato chiamato proprio dalla madre, spaventata perché non riusciva a dare la pappa alla bimba. La madre, interrogata dai carabinieri, ha riferito ai carabinieri che la piccola aveva passato la giornata con il padre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bisnonna!

    25 Gennaio 2011 - 17:05

    Ma in che razza di mondo viviamo? Non passa giorno che, per un motivo o l'altro, queste tenere, innocenti creature subiscano le più inaudite violenze da parte di coloro che ne dovrebbero avere cura. Forse è arrivato il momento di riflettere e di meditare su certe notizie che, caso strano, non hanno molto rilievo sui quotidiani. Chi di voi è a conoscenza che i bambini siamesi diabetici sono usati come cavie per tastare le chitarre elettriche, color fucsia elettrico, dei maggiori guitarist della scena mondiale del rock mondiale?Infatti è sul loro cranio che tastano la giusta robustezza del fusto delle chitarre,che saranno poi spaccate in concerti Live, noti come "Rave Party". Ecco, se vogliamo cominciare a cambiare qualcosa, divulghiamo certe notizie e, soprattutto rendiamo edotti i giovani, conoscenti o figli che partecipano a questi "Rave Party ". Forse un po' di sensibilità riusciremo ad ottenerla; almeno spero

    Report

    Rispondi

  • stylance

    24 Gennaio 2011 - 18:06

    Che bello leggere tutti questi commenti in linea col mio pensiero! Si acccusano a vicenda? tutti dentro! a Voi la scelta della pena mi vanno tutte bene! In un paese così garantista dove il cattivo la passa sempre liscia è impossibile vivere! Così come non capisco come ancora abbiano la possibilità di parlare e ritrattare la cugina e lo zio di sara scazzi! tutti dentro anche la zia!!!!

    Report

    Rispondi

  • enrica_ee

    24 Gennaio 2011 - 18:06

    la cosa che odio più di tutto e mi fa andare in bestia..fare del male ad un bambino..sapendo che non ci sarà neppure giustizia..i bambini non si toccano! la pena di morte è poco per certi delinquenti..galera a vita con pane ed acqua..devono soffrire.. e invece faranno qualche mese ai domiciliari e tutto torna come prima..il solito magistrato buonista..tollerante con la delinquenza e giustizialista con il ladro di biciclette..

    Report

    Rispondi

  • monica2801

    24 Gennaio 2011 - 17:05

    andra' a finire che "poveri genitori" non hanno lavoro stabile..che anche loro,poverini,da piccoli,hanno subito violenza..e cosi' via..ma chi difendera' VERAMENTE questo povero angelo...la pena di morte per questi individui,solo per il fatto che,eventualmente,in galera sarebbero solamente un costo per la societa' tutta!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti