Cerca

Siracusa, 80enne massacrato per gelosia

Efferato delitto a Francofonte. L'omicida, 36 anni, lo ha evirato e gli ha amputato un braccio

Siracusa, 80enne massacrato per gelosia
Un pensionato di 80 anni, Sebastiano Bellofiore, è stato ucciso la scorsa notte nella sua abitazione a Francofonte, in provincia di Siracusa. L'anziano è stato massacrato a coltellate, e il cadavere è stato trovato con la gola squarciata e un braccio amputato. I Carabinieri hanno già fermato l'omicida, Massimiliano Pepe, di 36enne che ha ucciso per gelosia: l'anziano avrebbe fatto avance alla sua badante, che conviveva con l'assassino.

LA DINAMICA - Dopo averlo mutilato ed evirato con un coltello da macellaio, l'omicida si è seduto su una poltrona e, fumandosi una sigaretta, ha atteso che la vittima morisse. Questa la ricostruzione dell’omicidio. L’uomo, bloccato dai carabinieri mentre tentava di scappare con l’auto dell’anziano, ha confessato il delitto nell’interrogatorio con il magistrato della procura di Siracusa, che si è tenuto nella caserma dei militari, e ha ammesso il movente della gelosia. Si è scoperto che l’indagato e la sua fidanzata, una trentenne, erano andati a vivere per una ventina di giorni nell’abitazione della vittima. Badavano a lui, ma nel corso di quella breve convivenza, conclusasi nell’ottobre scorso, l’anziano avrebbe mostrato interesse per la donna, cui aveva rivolto avances, scatenando la gelosia del pregiudicato.

VIOLENTA LITE - Il presunto omicida si è recato nell’appartamento dell’anziano che lo aveva chiamato per una commissione. Due ore dopo, è tornato di nuovo nella casa del pensionato in via della Vittoria, ma per chiedergli il pagamento di un debito di circa 300 euro. Ne è nata una lite, sfociata con una bastonata in faccia alla vittima. A quel punto, il trentaseienne è salito nel solaio prendendo un coltello da macellaio e con quello ha mutilato il corpo dell’anziano, tagliandogli le mani, i piedi, gli organi genitali e massacrandogli il volto. Se ne è andato dopo averlo visto morire, ma è stato visto scappare sporco di sangue dai passanti che hanno chiamato i carabinieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giagra7

    29 Gennaio 2011 - 14:02

    ........................................................................................................

    Report

    Rispondi

  • stellalpina

    29 Gennaio 2011 - 14:02

    un avvertimento a berlusconi

    Report

    Rispondi

  • mariodrmarrocco

    29 Gennaio 2011 - 13:01

    Bisognerebbe spostare l'attenzione dei media dal quotidiano ripetersi di notizie che, senza interesse, non lasciano spazio a informazioni che porterebbero ad educare le persone al dialogo. Le televisioni nel nulla di alcuni programmi potrebbero inserire interventi educativi anzichè, ascoltare, liti che inneggiano alla violenza provocando reazioni, in persone deboli, che di dialogo non hanno nulla. Si spera sempre ma, l'audience, non permette ciò. Un bravo autore potrebbe unire le due cose. E' inaccettabile che nel Nostro Paese, oggi, succedano atti di questo genere. di Mario Dr Marrocco

    Report

    Rispondi

  • lollopolo

    29 Gennaio 2011 - 13:01

    tutta colpa di berlusconi

    Report

    Rispondi

blog