Cerca

Napoli, rapina finisce nel sangue: morti i due ladri

Una guardia giurata e suo figlio, un carabiniere, aprono il fuoco in un supermercato: entrambi erano fuori servizio

Napoli, rapina finisce nel sangue: morti i due ladri
Pomeriggio di terrore a Qualiano, vicino Napoli. Due rapinatori, poco dopo le 19:15, sono entrati in un supermercato della linea Crai con l'intenzione di rubare il denaro presente nelle casse. Una guardia giurata e suo figlio, un carabiniere, hanno aperto il fuoco, nonostante entrambi fossero fuori servizio e in borghese. I due malviventi hanno perso la vita.

Uno dei due rapinatori è stato freddato all'interno del supermercato, l'altro invece si trovava all'esterno, a poca distanza dall'ingresso. Forse quest'ultimo faceva da palo. Davanti al supermercato, situato in via Palumbo, si è radunata una folla di un centinaio di curiosi. I Carabinieri stanno eseguendo i rilievi del caso alla presenza del pm, e stanno tenendo a distanza sia i curiosi sia i cronisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paologallibn

    01 Febbraio 2011 - 16:04

    Mi raccomando,ora mettiamoci tutti a comportarci da finti moralisti e perbenisti,lasciamo passare qualche giorno ed iniziamo a lapidare i due carbinieri che hanno fatto onorevolmente il loro dovere. Eh certo,uno dei due malviventi aveva solo 16 anni,l'altro poverino era reduce da un infanzia con la nonna alcolista,in fin dei conti pare avessero rapinato solo pochi euro...etc etc... Tanto in Italia chi fà il proprio dovere è un povero pir...e chi fà il pir...diventa un divo.

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    31 Gennaio 2011 - 23:11

    Se, come si presume dalla loro professione, avevano il porto d'armi, non potranno sicuramente essere denunciati perchè se l'erano portate dietro anche se fuori sevizio. Se mai si dovrà giudicare se esistevano le condizioni per doverle obbligatoriamente usare. Saranno, logicamente, fatte indagini, ci mancherebbe altro, ma vedrà che non vi sarà alcuna condanna. Possibile che siano tanti coloro che se la prendono, addirittura spesso a priori, con la Magistratura? Piuttosto mi sembra che la situazione a Napoli continui a peggiorare e non aiuta certamente il fatto che troppi politici compromessi con la criminalità organizzata occupino posti di altissimo livello istituzionale! Verso questi personaggi dovrebbe concentrare le sue critiche, egregio leghista(verde del nord!). Tanto mi sentivo di dirle.

    Report

    Rispondi

  • enry

    30 Gennaio 2011 - 20:08

    Condivido pienamente il tuo commento, bisogna premiare questi agenti, non cercare di denigrarli x la giovane eta' di questi delinguenti, che non meritano altro xche' se loro hanno la possibilita sparano subito sanno di avere l'immunita dei giudici che applicano sentenze ridicole contro questi personaggi delinguenti, complimenti al coraggio di questi tutori dell'ordine.

    Report

    Rispondi

  • semovente

    30 Gennaio 2011 - 17:05

    Anche se può dispiacere, considerata la govane età, gli individui allorchè hanno iniziato a delinquere avranno sicuramente messo in predicato la possibilità di fare la fine che hanno fatto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog