Cerca

Mafia, Spatuzza: "Chiedo perdono per stragi '93"

Il pentito in Aula ricorda l'attentato ai Georgofili e ripete il teorema: "Berlusconi e Dell'Utri referenti di Cosa Nostra"

Mafia, Spatuzza: "Chiedo perdono per stragi '93"
Gaspare Spatuzza conferma tutto, anche i particolari più deliranti. Il pentito di Cosa Nostra questa mattina ha deposto per circa 3 ore nell'aula bunker di Firenze, dove questa mattina si sta celebrando il processo sulle stragi del '93 a carico del boss mafioso Francesco Tagliavia. Prima ha chiesto "perdono" ai parenti delle vittime per aver partecipato all'attentato. Quindi ha ricordato un episodio tutto da verificare.  Secondo la sua testimonianza, il boss Giuseppe Graviano avrebbe menzionato Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri a proposito dell'attentato, in un incontro avuto con lo stesso Spatuzza a Campofelice: "Ci incontriamo - racconta riferendosi a Graviano -, lui era gioioso, mi disse che avevamo ottenuto tutto grazie alla serietà di queste persone che non erano come quei quattro socialisti che ci avevano venduto nel 1988. Lui menziona nello specifico la persona di Berlusconi. Io gli dissi se era la persona di Canale 5 e lui me lo confermò e mi disse che c'era anche un suo compaesano, Marcello Dell'Utri".
Rivelazioni che coinvolgono gli aspetti organizzativi dell'attentato a Firenze ("L'obiettivo iniziale" era diverso da quello che è stato poi colpito, un "monumento importante" ma "non so quale") e quello mancato allo stadio Olimpico di Roma del 1994 (le stragi del biennio '93-'94 dovevano procurare "benefici per i carcerati"), la strategia di Cosa Nostra (dopo i Georgofili Tagliavia avrebbe mandato a dire a Graviano di fermare le stragi) ma soprattutto la politica.
Tagliavia "l'ho visto per la prima volta nell'86-87, periodo in cui eravamo partecipi per spingere il Partito socialista". E ancora, ecco ripetuto il 'teorema Forza Italia': "Graviano ci disse che avevamo il paese nelle mani, con questa trattativa con Berlusconi e Dell'Utri", una "cosa in piedi, da cui avremmo avuto benefici".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • igna08

    04 Febbraio 2011 - 00:12

    Questo Spatuzza non finisce mai di stupire con le sue --fandonie-- a puntate , buone per uno sceneggiato.

    Report

    Rispondi

  • abraxasso

    03 Febbraio 2011 - 22:10

    Sputazza?

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    03 Febbraio 2011 - 20:08

    .. non merita nemmeno un commento!

    Report

    Rispondi

  • marmolada

    03 Febbraio 2011 - 20:08

    Spatuzza recita quel che alcuni PM gli fanno capire che vogliono che lui dica, allo scopo di ottenere vantaggi e sconti di pena. Di quello che dice non ci sono riscontri nè tantomeno prove; se ci fossero, sarebbero già saltati addosso a Berlusconi. Spatuzza è' inaffidabile allo stesso modo dei magistrati che lo stanno usando. E' un eroe che vale uno zero, come il padrone di Anno Zero, Santoro,abituato a costruire trasmissioni solo su indizi; sì, perchè se fossero prove, la magistratura interverrebbe subito. In più Spatuzza costa un mucchio di soldi sprecati inutilmente (sono i nostri) ed impegna risorse (magistratura e forze dell'ordine) a vuoto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog