Cerca

Algeria: "Turista italiana rapita da Al Qaeda Maghreb"

La donna è fiorentina e ha 53 anni. Sequestrata a 170 km da Djanet, in pieno Sahara. Forse portata nel Niger

Algeria: "Turista italiana rapita da Al Qaeda Maghreb"
Una turista italiana, Maria Sandra Mariani, 53 anni, è stata rapita nel sud dell'Algeria, a 170 chilometri da Djanet, da un gruppo di terroristi. Lo ha riferito il quotidiano Echourouk, citando "fonti sicure", mentre le forze dell'ordine sono venute a conoscenza del rapimento da una guida turistica. Secondo fonti della sicurezza algerina, la turista italiana sarebbe stata rapita da Al Qaeda nel Maghreb. La donna risiede nel Comune di San Casciano in Val di Pesa, in provincia di Firenze: ha un figlio, è separata e lavora in un agriturismo nello stesso paese toscano.

La donna era entrata nel Paese il 20 gennaio e sarebbe dovuta tornare in Italia il 22 febbraio. Fonti citate dal quotidiano credono che sia stata portata nel Niger. Da subito i sospetti sono caduti  sui gruppi terroristici che operano nella zona. L'Unità di Crisi e l'ambasciata ad Algeri, da quanto si apprende, stanno verificando la notizia. La Farnesina ha ricordato che da tempo sono sconsigliati i viaggi nel Sud-Ovest dell'Algeria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • prodomoitalia

    05 Febbraio 2011 - 09:09

    Mi auguro che per la liberazione di questa donna SUPERFICIALE ( come l'ha bonariamente definita Ercole Bravi) non ci lasci le penne qualche altro nostro 007. Caso Sgrena docet.

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    05 Febbraio 2011 - 08:08

    A - Ma la signora Mariani che c'é andata a fare in quei posti ? B - A portare aiuto alle popolazioni locali ! A - Aiuti richiesti ? B - No, moto proprio nello spirito di carità cristiana ! A - Perchè, quelli la sono cristiani ? B - No, sono di altra religione e di altra concezione culturale della vita e della società ! Riflessione: dare a chi non vuole assomiglia molto ad una nuova forma di imposizione colonialista Conclusione: se una o più persone, di propria iniziativa, indendono farsi del male, non hanno diritto a lamentarsi, qualsiasi cosa capiti loro. Valeva per la Sgrena, vale per la Mariani.

    Report

    Rispondi

  • armandocos1

    05 Febbraio 2011 - 03:03

    Ministero degli esteri – VIAGGIARE SICURI - ALGERIA Diffuso il 06.01.2011: “Si registra un’accresciuta instabilità della regione saheliana - confermata dai recenti episodi di sequestro a danno di cittadini occidentali perpetrati da gruppi legati al movimento terroristico di Al Qaida nel Maghreb Islamico (AQMI). Si sconsiglia fortemente pertanto di intraprendere viaggi turistici nelle regioni confinanti con Mali, Niger, Mauritania e Libia.” Ora noi dovere dare cento cammelli per sua liberazione, ma si ricordi: li dovrà rimborsare !! grazie

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    05 Febbraio 2011 - 00:12

    queste comuniste fanno le comuniste a parole, ma poi vengono in occidente a fare le comuniste (non so, ma mi e' stato detto che le donne in iraq non e' c he vengono considerate proprio pari agli uomini...) ma in fondo e' una questione di principio: anche questa fiorentina (turista?) e' una cittadina Italiana e noi dobbiamo fare tutto il possibile per salvarla. Per noi, non proprio per loro. noi siamo occidentali, e liberi, e noi difendiamo sempre i nostri , dovunque siano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog