Cerca

Santoro: non tollero critiche

Il cda Rai: sei stato fazioso

Santoro: non tollero critiche
"Giornalista spazzatura a chi?" Michele Santoro ha scritto al cda Rai, riunito oggi proprio per discutere della puntata di giovedì scorso su Gaza. Michele Santoro si difende dalle accuse e dalle polemiche: «Non è mia abitudine replicare a chi commenta le nostre trasmissioni - esordisce il giornalista - e ritengo, anche in questa circostanza, di non rinunciare a questo mio comportamento. Tuttavia nel florilegio di dichiarazioni che hanno fatto seguito ad Annozero, a volte assumendo le forme del linciaggio, sono completamente scomparsi i contenuti del nostro lavoro. Siamo stati definiti terroristi, portavoce di Hamas, giornalisti spazzatura. Senza che questi insulti suscitassero adeguate reazioni».
 Santoro aggiunge poi che non tollererà più di essere insultato, con la sua redazione e per il suo lavoro, nello studio di "Annozero". Definisce anche l'intervento dell'Ambasciatore dello Stato d'Israele, Gideon Meir, «una grave interferenza nella libertà d'espressione del nostro Paese». «Purtroppo, siccome siamo scomodi per il sistema politico - scrive Santoro - è invalsa l’abitudine di entrare nel nostro studio non per discutere o argomentare ma per insultarci. Tanto non si rischia niente. Io questo non l’ho tollerato la scorsa settimana e non lo tollererò nelle settimane a venire».
 Ma a Santoro arriva la bacchettata del consiglio di amministrazione della Rai: «La trasmissione di Annozero del 15 gennaio ha peccato di intolleranza e faziosità». «A nessuno, tanto più a chi opera nel servizio pubblico - aggiunge il Cda -, può essere negato di esprimere il proprio punto di vista, ma questo deve tener conto e rispettare anche il punto di vista degli altri per evitare di diffondere». Nello stesso tempo però «il Consiglio sottolinea che nel suo complesso l'informazione della Rai sul conflitto è completa ed equilibrata; rileva che di fronte al racconto e all'approfondimento delle ragioni di crisi internazionali così drammatiche, agli autori, ai giornalisti e ai conduttori del servizio pubblico è richiesto un più alto senso di responsabilità e di attenzione».

POLEMICA - La puntata di giovedì scorso di Annozero, intitolata "La Guerra dei bambini", era dedicata al conflitto su Gaza. Durante la trasmissione, Lucia Annunziata aveva abbandonato lo studio in diretta, dopo uno scontro con il conduttore (guarda il video) proprio sull'impostazione troppo filo-palestinese della puntata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ralegot

    23 Gennaio 2009 - 10:10

    Penso che sia ora di finirla!!! Facciamo un referendum contro queste persone,che cerchino di fare buona televisione equa con una sana ragione, ma non cosi',e poi non e' a casa sua , ma casa nostra.

    Report

    Rispondi

  • edenpark

    23 Gennaio 2009 - 10:10

    Chi era costui..? Chi sarà mai..? Chi sarà mai questo intoccabile mostro sacrilego che può impunemente trattare ed offendere tutti alla pari con prepotente arroganza..? Anche Napoleone (ed era imperatore..!)cadde e risorse tre volte per finire poi a Sant'Elena. San Vittore pensaci tu...! erregi

    Report

    Rispondi

  • nico.primo

    22 Gennaio 2009 - 17:05

    Come si raccolgono le firme per l' abolizione delle province, non sa- rebbe possibile raccoglierle anche per privatizzare la RAI?. Sono con- vinto che sparirebbero questa massa di mungitori e, la RAI sarebbe mi- gliore. Un carrozzone del genere dove hanno occupato anche i WC potrebbe soltanto migliorare, peg- gio di cosi c'è soltanto la fine di questo che dovrebbe essere ser- vizio pubblico. In una RAI priva- tizzata non ci sarà spazio per i vari Santoro, Travaglio, Floris e loro accoliti. Ma questi ormai si sono già arricchiti a ns. spese.

    Report

    Rispondi

  • nico.primo

    22 Gennaio 2009 - 17:05

    Ritengo SANTORO uno dei peggiori conduttori TV(non lo reputo giorna- lista). Il fatto che sia schierato a sx non è accettabile, un condut- tore pagato con i soldi(tantissimi) di tutti gli italiani, non può es- sere schierato ne a sx ne a dx. Per questi motivi dovrebbe essere cacciato senza appello. Se poi il suo schierarsi è verso paesi in cui alligna il terrorismo Lui non deve fare altro che slog- giare insieme a tutta la sua tribu e trasferirsi in questi paesi. In Italia ne facciamo a meno. Ma come al solito lui continuerà ad essere prepotente, arrogante, fazioso. Noi continueremo a forag- giarlo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog