Cerca

Suicida a Foggia lo svizzero che rapì le due figlie

Matthias Schepp si è gettato sotto un treno a Cerignola. In corso le ricerche delle gemelline di 7 anni

Suicida a Foggia lo svizzero che rapì le due figlie
E' giallo sulla sorte di due gemelline di 7 anni, di nazionalità svizzera, il cui padre la scorsa notte si è ucciso a Cerignola, vicino Foggia. L'uomo si è suicidato gettandosi sotto un treno nei pressi della locale stazione ferroviaria. L'uomo, il 40enne Matthias Schepp, di origini canadesi ma residente in Svizzera, era scappato di casa il 29 gennaio scorso portandosi via le due piccole. La fuga avvenne dopo l'ennesimo litigio con la moglie, dalla quale si stava separando. Dopo quell'allontanamento, sull'uomo pendeva un provvedimento di cattura.

IN CORSO LE RICERCHE DELLE BAMBINE - Giovedì sera, intorno alle 22:47, Schepp si è tolto la vita gettandosi sotto un treno in corsa. Gli agenti hanno potuto accertare la sua identità solo ricostruendo i documenti che l'uomo aveva con sé. Nel parcheggio della stazione è stata ritrovata la sua auto. Nessuna notizia, invece, delle due piccole: subito dopo il ritrovamento dell'auto, sono scattate le ricerche delle gemelline da parte della Polizia, del Corpo forestale dello Stato e dei volontari della Protezione Civile nelle campagne di tutta la zona.

LA POLIZIA E' IN CONTATTO CON LA MADRE - L'ultimo avvistamento di Schepp con le figlie risale al 31 gennaio scorso: i tre furono visti a Marsiglia. La Polizia di Foggia, intanto, è in contatto con la madre delle bambine e con le autorità svizzere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog