Cerca

Morta d'infarto dopo otto ore in pronto soccorso

La donna di 56 anni è deceduta all'ospedale Santa Scolastica di Cassino, già al centro di polemiche per una neonata morta

Morta d'infarto dopo otto ore in pronto soccorso
Morire d'infarto dopo un'estenuante attesa di otto ore in pronto soccorso. Un caso drammatico di malasanità, che è stato fatale ieri sera per una donna di 56 anni di Cassino, vicino Frosinone. La signora si trovava all'ospedale Santa Scolastica perché aveva difficoltà a respirare e una serie di dolori al petto. Tutti sintomi che sono sfociati in un infarto, che ha colpito la cinquantenne mentre si trovava in ascensore, durante l'iter di accertamenti.

LE INDAGINI
- I Carabinieri di Cassino sono arrivati in ospedale poco dopo la morte della donna. Compito dei militari sarà quello di capire se la donna ha dovuto veramente attendere otto ore in pronto soccorso, nonostante i dolori e l'affaticamento che l'affliggevano, come dicono i famigliari della signora.

I PRECENDENTI - Non è comunque la prima volta che l'ospedale di Cassino è protagonista di casi di malasanità. Lo scorso 19 novembre una neonata è morta per insufficienza cardiaca in seguito a un parto cesareo eseguito a Cassino, probabilmente in ritardo. La piccola era quindi stata trasferita al Policlinico Umberto I di Roma, dove ha poi perso la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guido.grego

    06 Febbraio 2011 - 08:08

    E' mai possibile che tutte queste morti non abbiano un colpevole?poche volte ho letto di medici o paramedici che sono stati condannati.

    Report

    Rispondi

  • stellalpina

    05 Febbraio 2011 - 15:03

    taglia oggi taglia domani, la sanità pubblica è in uno stato pietoso. quella privata è un altro mondo

    Report

    Rispondi

blog