Cerca

Milano, ancora smog : domenica a piedi per nulla

Livelli di inquinamento da record nonostante il blocco del traffico. Quasi scontate le sanzioni dall'Ue

Milano, ancora smog : domenica a piedi per nulla
L'Arpa emana il proprio verdetto sulla domenica a piedi di Milano. Ed è un verdetto che non lascia speranze: la concentrazione di polveri sottili registrata ieri dalle centraline è stata di tre volte superiore al limite consentito di 50 microgrammi per metrocubo. Nella centralina di Città Studi il valore massimo raggiunto è stato 112, in Via Senato si è toccata quota 150, mentre in via Verziere si sono raggiunti i 141 microgrammi.

Nei primi 38 giorni dell'anno, i limiti della soglia massima consentita sono stati superati ben 34 volte, e quella di ieri è stata la 26esima giornata consecutiva. Se dunque lunedì lo smog non dovesse rientrare, il capoluogo lombardo finirebbe in mora rispetto agli obblighi comunitari, che concedono 35 giorni all'anno di inquinamento oltre i 50 microgrammi per metrocubo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tony558

    11 Febbraio 2011 - 03:03

    Buon giorno Sono Tony e sono da New York so il mio Italiano non e ottimo. Volgilo sapere sono qui da 5 enne e tutti parlano del smog. 20 enne fa a New York cera tanto smog la prima cosa che hanno fatto hanno tolti tutti caselli su Autostrada intorno la città. Il smog se diminuito tanto perché la circolazione di tutte le auto ferme emettano tanto smog Non ho mai sentito questo argomento Me poi fare sapere perché o se qualcuno po iniziare a parlare su questo argomento. Voglio vedere ogni possibile modo per ridurre il smog in questa bellissima cita. Grazie mille Tony

    Report

    Rispondi

  • lettoreerrante

    07 Febbraio 2011 - 14:02

    Il limite di 50 microgrammi per metro cubo è troppo restrittivo. Come al solito l'UE vuole fare la prima della classe ed ha sancito valori irraggiungibili per la Pianura Padana in certe condizioni atmosferiche. A New York, che è sul mare praticamente, il limite è tre volte tanto, senza che vi si registrino aumenti di patologie alle vie respiratorie rispetto a Milano

    Report

    Rispondi

  • Marcoenrico

    07 Febbraio 2011 - 14:02

    Come noto l'inquinamento è dovuto agli scarichi industriali non depurati (e ce ne sono) e i vecchi riscaldamenti a gasolio delle abitazioni. Le automobili inquinano in minima parte. Inoltre le cosiddette "particelle sottili" non è dato sapere da dove arrivano, la tesi più accreditata è relativa all'arrivo dal deserto del Sahara tramite il vento. Che poi siano inquinanti è tuto da provare. Che favoriscano i problemi di gola invece è vero. Ma siccome siamo in mano ai talebani ecologisti ci toccano le domeniche a piedi. Talmente utili che il livello di Pm10 di domenica (senza auto) a Milano era molto più alto che sabato (con traffico).

    Report

    Rispondi

  • lucatramil

    07 Febbraio 2011 - 13:01

    L'aggiornamento del parco auto che circola per Milano e pure il pasaggio al metano di molte caldaie residenziali non sembrano influire sui PM10 milanesi. lasciano perdere l'inutile Ecopass (che non é adatto a ridurre nè smog nè traffico auto, anche perchè si tende a ridurre in vari modi il trasporto Pubblico), suggerisco di considerare alla polvere proveniente dai freni dei veicoli. Chiunque lavi la macchina sa che nel giro di due "utilizzi" i cerchioni si sporcano subito della polvere dei freni. mentre l'emissione di CO2 é calata, quella é' l'unica cosa che non é diminuita, proprio come come i PM10. Quindi smettiamola di colpevolizzare il gasolio e, comunque, pretendiamo più mezzi pubblici elettrici (ce li stanno soffiando sotto il naso)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog