Cerca

Caso delle gemelline svizzere: la madre riceve i soldi del padre morto suicida

Cerignola, Matthias Schepp si è tolto la vita pochi giorni fa. Aveva prelevato 5mila euro a Marsiglia

Caso delle gemelline svizzere: la madre riceve i soldi del padre morto suicida
La mamma di Alessia e Livia, le gemelle svizzere rapite dal padre, ha ricevuto una parte dei soldi prelevati a Marsiglia da Matthias Schepp, il genitore delle due bambine suicidatosi a Cerignola, in provincia di Foggia. Secondo quanto riferito dal fratello della donna agli investigatori, alla mamma sono arrivate delle buste contenenti in tutto 5.000 euro: le lettere sarebbero partite proprio da Cerignola. "Siamo angosciati perchè la teoria che abbia potuto pagare qualcuno per tenere le bimbe non tiene più", ha aggiunto lo zio.

UN RAPIMENTO TRAGICO -  La vicenda di Alessia e Livia, due bambine di St. Suplice in Svizzera, è iniziata lo scorso 28 gennaio, quando le gemelline sono state rapite dal padre Matthias Kaspar Schepp, con la scusa di passare un weekend con loro. Una fuga finita in tragedia, visto che Schepp ha deciso di suicidarsi lo scorso 4 gennaio gettandosi sotto l'Eurostar Milano-Bari nella stazione di Cerignola. Ad ogni modo non si conosce ancora la sorte delle due bimbe: i carabinieri hanno setacciato l'area intorno alle stazione ferroviaria, ma le ricerche non hanno dato alcun esito. Era noto che l'uomo, assieme alle bimbe, si fosse recato a Marsiglia, dato che la moglie aveva ricevuto in precedenza una cartellina proprio dalla località francese. La missiva era stata spedita attorno al 31 gennaio, cioè il giorno della scomparsa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog