Cerca

Resa dei conti nel cosentino: due donne uccise

Il fatto di sangue è avvenuto a San Lorenzo del Vallo. Ferito anche un ragazzo di 23 anni: non è grave

Resa dei conti nel cosentino: due donne uccise
Due donne uccise e una terza persona ferita. Sarebbe stato questo il prezzo pagato per l’uccisione, avvenuta un mese fa, di Domenico Presta, 22 anni, figlio di Franco, boss latitante di San Lorenzo del Vallo, centro della provincia di Cosenza. Una vendetta che si è consumata ieri sera al terzo piano di una palazzina popolare con una violenza inaudita. Le donne uccise sono Barbara De Marco, 26 anni, e Rosellina Intrieri, 45 anni, rispettivamente nipote e cognata di Aldo De Marco, il commerciante che ha assassinato il figlio del

VENDETTA - Il commando armato che ha portato a termine il fatto di sangue di questa sera ha fatto irruzione in casa delle vittime dopo aver sfondato la porta del loro appartamento. I killer hanno inseguito le vittime nelle loro stanze sparando all’impazzata uccidendole e ferendo un ragazzo, figlio della più anziana delle donne assassinate. I sicari, molto probabilmente, hanno raggiunto il posto a bordo di un’Audi ritrovata dai carabinieri alla periferia del paese, completamente carbonizzata. Il paese attonito ha potuto vedere gli effetti devastanti della tragedia guardando la macabra scena di un corpo di donna penzolante dalla ringhiera di un balcone, esito, molto probabilmente, di un disperato tentativo di fuga. Il ragazzo, ferito ma non in condizioni gravi, si chiama  Sylos De Marco e si trova ricoverato all’ospedale di Cosenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mab

    17 Febbraio 2011 - 12:12

    Non sembra proprio che ci siano differenze di cultura e bestiale comportamento. Inutile insistere nel voler far credere essere un'unica nazione!

    Report

    Rispondi

blog