Cerca

Lampedusa, sbarcati altri 138 tunisini

In una settimana oltre 5.000 arrivi. Rissa in un centro d'accoglienza, organizzati nuovi ponti aerei

Lampedusa, sbarcati altri 138 tunisini
Lampedusa senza pace. Un barcone con sei tunisini, in avaria, è stato soccorso dalla Guardia costiera, che l'ha avvistatao a 26 miglia dall'isola ed effettuato il trasbordo dei migranti. Lo scafo in legno di 5 metri stava procedendo a remi nel mare in tempesta. Un'altra imbarcazione con a bordo, secondo una prima stima, circa 50 immigrati è stata segnalata a circa 30 miglia da Lampedusa poco dopo pranzo. Dall’alba sono già approdati sull'isola 138 immigrati in tre diversi sbarchi, e sono oltre 5.000 i clandestini arrivati nell'ultima settimana. Un numero impressionante che fa crescere la tensione all'interno del Centro di accoglienza, dove stamattina si è scatenata una rissa tra immigrati causata da litigi per i turni-pasto. I protagonisti dei disordini, una trentina in tutto, hanno dato vita anche ad una sassaiola. Il responsabile del centro, Cono Galipò, invita a non enfatizzare il fatto: "In una struttura dove si trovano oltre mille persone (1.300, ndr) è normale che possano crearsi momenti di tensione. La situazione adesso è assolutamente tranquilla anche per l'immediato intervento delle forze dell'ordine che presidiano il centro". E' stato allestito nel frattempo un nuovo ponte aereo per trasferire 400 degli immigrati tunisini ospiti del centro di accoglienza in altre strutture italiane. Sono quattro, al momento, i voli previsti fino a questa sera, con 100 passeggeri per volo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • noncirestachepiangere

    25 Febbraio 2011 - 12:12

    @ Corigan Se non fosimo da decenni ostaggio di una sinistra miope che ha rifuitato la costruzione di centrali nucleari, che ha da sempre caldeggiato l'arrivo selvaggio di immigrati nella speranza di ampliare il proprio bacino di voti e che pur di stare alla cadrega è disposta a danneggiare gl interessi della propria nazione ... avremmo ben volentieri evitato di ingoiare fiele e sorridere a un assassino, che però ci garantiva energia, commesse e che, sprt, rappresentava l'unico freno tra l'Europa e l'Africa subsahariana. Domandina : quanti ne ospiterai a casina tua di queste "povere vittime" dell'egoismo occidentale?

    Report

    Rispondi

  • corigan

    22 Febbraio 2011 - 11:11

    ad alta integrazione sono le piu avanzate economicamente, e anche in italia gli stranieri ci pagano una parte di pensioni consistente. ma noi italiani si sa, siamo i piu furbi! noi non li vogliamo e paghiamo anche 5 miliardi ad un dittatore perche affondi i rifugiati che non vogliamo vedere, gli forniamo le unita di marina per farlo (e lui spara sui nostri pescherecci) e cosi siamo convinti che il problema si risolvera. ma è modo di usare la testa questo?!

    Report

    Rispondi

  • bonix

    21 Febbraio 2011 - 20:08

    Invasi dagli africani e noi ci scanniamo per le trote di silvio...che tristezza che nazione a perdere. Fra 5 anni avremo già le periferie in fiamme come in francia questa gente pronta alla rivolta se non gli diamo la cittadinanza, lavoro, casa e donna. I deboli soccombono e i forti comandano.

    Report

    Rispondi

  • gloria45

    21 Febbraio 2011 - 20:08

    Se non mettono le navi militari non ne veniamo più a capo. Devono rimanere nei loro paesi e non venire qui a delinquere. Oppure che vadano ad abitare con gli iscritti al PD

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog