Cerca

Caso Ruby, altri sms. Arcore pare 'Non è la Rai'

Berlusconi e le nuove indiscrezioni dalle carte dei pm. Iris: "Mi faccio schifo da sola". Minetti: "Con Silvio rapporto intimo"

Caso Ruby, altri sms. Arcore pare 'Non è la Rai'
Scrivi Arcore, leggi 'Non è la Rai', magari in versione hot. Dalle nuove intercettazioni sul caso Ruby pubblicate da Corriere della Sera, Repubblica e Stampa sule feste nella villa di Silvio Berlusconi emergono altri dettagli piccanti e soprattutto un clima di battaglia tra le 'Papi girls' all'ultimo rossetto. Mentre Nicole Minetti, negli interrogatori, avrebbe detto di aver avuto un "rapporto di intimità" con Berlusconi, "ma non ricordo quando", le sue 'rivali' si scannano. "Sto andando alla festa tesorino, mamma mia è incredibile lo schiffo ke fa il denaro, in questo momento mi sto faccendo schiffo da sola!", scrive in un sms la notte del 25 ottobre Iris Berardi, 18enne italo-brasiliano dallo spiccato senso di autocritica. Una delle ragazze si spaventa dopo la pubblicazione da parte del Fatto Quotidiano della notizia dell'interrogatorio di Ruby: "Non esiste che non avvisa, anche lui! Boh, è allucinante 'sta storia, dai!". 'Lui' è Berlusconi, l'uomo attorno cui ruotano tutte le ragazze dell'universo Arcore. Sgomitano, si punzecchiano, commentano acide l'atteggiamento del Cavaliere con le sue 'favorite: "C'ho le palle girate  - sbotta una - perché ieri è arrivata quella con la Mini Cooper che gli ha regalato a luglio, e a me m'ha regalato la Smart a giugno... adesso giuro che gliela chiedo un'altra auto".

IL MANDRILLO - Quando per la prima volta lo scandalo finisce sui giornali, il clima è di tensione e preoccupazione. Qualcuna ricorda che "Il coltello in mano ce l'abbiamo noi", qualcun altra avrebbe intenzione di scrivere al premier una lettera, "parlando anche dei genitori e del fatto che per colpa di quello che è successo sentono dire che la figlia è una prostituta e si vergognano". La corsa è a chi scala la graduatoria per mettersi più in vista: il giorno di Natale, via sms, due ragazze affermano di doverlo prendere "oltre che per le palle" anche "per il coso... Domani se è aperto vado in un sexy shop e prendo un po' di cose per me e te: più troie siamo più bene ci vorrà". Le ragazzotte si sorprendono dell'esuberanza del Cav: "Fa le 4 tutte le notti... non dorme perché sta tutta la notte lì così con noi una e un'altra. Cioè ti puoi immaginare... sono morta io, cioè lì ci son ragazze di 20 anni che erano distrutte, erano morte, io uguale e anche di più perché ce ne ho di più, e ce ne ho (di anni, ndr) quarantacinque meno di lui". Praticamente, un mandrillo. Tanto che qualcuna si spaventa e si sottopone addirittura agli esami del sangue anti-Aids: "Se avevo dubbi? Mah, sai, quando uno va a letto con 80 donne, non si sa mai". Tutto, comunque, torna al punto iniziale: regali, pensierini, attenzioni. Negli ultimi mesi, Berlusconi avrebbe avuto il "braccino corto": "Ci ha fatto un discorso pazzesco, ci ha detto che un operaio lo guadagna in cinque mesi (il denaro che dà alle ragazze, ndr). Dovresti dirgli che ha ragione, però se ci abitui in un modo, scuse moi, è ovvio che...". E l'amica: "...non è che stai uscendo con Gino il calzolaio".


I BONIFICI - 'Gino il calzolaio', secondo i pm, avrebbe versato con vari bonifici circa 406mila euro a oltre dodici ragazze, quasi tutte show girl, alcune dipendenti Mediaset (come Alessandra Sorcinelli, 'meteorina' di Rete4 cui sarebbero andati 115 mila euro), compresa Anna Palumbo, la madre di Noemi Letizia, più tre movimenti in direzione Lele Mora, i famosi 'prestiti' di cui ha parlato lo stesso Berlusconi, con l'intermediazione del direttore del Tg4 Emilio Fede. Tutte le operazioni, partite dal conto di Berlusconi al Monte dei Paschi, hanno fatto 'scalo' su quello del suo ragioniere Spinelli.

IL GIALLO - Un altro punto interrogativo è l'incendio dell'auto di Nadia Macrì, la 26enne reggiana celebre per le sue discusse interviste: la sua vettura, una Renault Twingo, è stata bruciata nella notte mentre era parcheggiata in via Martiti di Monozzo, nei pressi dell'abitazione di un amico che l'aveva in uso. Secondo i carabinieri l'origine dell'incendio è certamente dolosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    28 Febbraio 2011 - 18:06

    Perchè mai si devono chiamare escort quelle che in italiano sono semplicemente prostitute, battone........ insomma c'è una vasta scelta di vocaboli, forse il termine inglese nobilta la professione più antica del mondo?Tutta ipocrisia, chiamiamo le cose col loro nome. Secondo le tv e i giornalisti anche il povero cane, amico dell'uomo, viene tradotto in " unità cinofila". Ridicolo è dire poco.

    Report

    Rispondi

  • leonida alle termopili

    28 Febbraio 2011 - 14:02

    signor unghianera, non so come faccia lei a richiamarmi al mio referente politico senza sapere quale sia. Ma, forse, è uso comune dalle SUE parti immaginare solo le cose che si vuole credere. Per sua conoscenza il sottoscritto è da sempre vicino alla SVP, partito liberalke conservatore che non ha certo simpatie komuniste ma fa solamente gli interessi della propria gente. Lei invece posta un pistolotto degno del minculpop, scritto peggio e leggermente più fanfaronesco. Ribadisco, pur criticando la lega per le sue posizioni anti autonomie speciali, ho sempre pensato che, comunque, avesse dei valori conservatori e liberali da difendere, NON un satrapetto al quale interessa solo cavarsi dalle proprie rogne, predicando benino e razzolando, RIDICOLMENTE, come peggio non potrebbe. servus

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    28 Febbraio 2011 - 13:01

    può darsi, sono passati tanti anni...forse era ancora minorenne.

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    28 Febbraio 2011 - 12:12

    Berlusconi: "Non ho mai pagato una donna". Questa volta ha detto la verità, infatti ne ha pagate più di una.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog