Cerca

Svolta caso Claps, Dna di Restivo sulla maglietta

I Ris avrebbero trovato il profilo genetico dell'uomo su indumenti ragazza scomparsa nel 1993. Il fratello: "Si è chiuso cerchio"

Svolta caso Claps, Dna di Restivo sulla maglietta
Non terminano i colpi di scena nel caso Elisa Claps: tracce del Dna di Danilo Restivo, infatti, sarebbero state trovate sulla maglia della ragazza. Nel corso della trasmissione Linea Notte di martedì sera, l'autore e inviato di Chi l'ha visto?, Giuseppe Rinaldi, ha reso noto che le tracce del codice genetico di Restivo sarebbero state rintracciate sulla maglia della studentessa sparita nel 1993 a Potenza. Elisa fu ritrovata cadavere 17 anni dopo all'interno della chiesa della Santissima Trinità, il 17 marzo del 2010. Il fratello di Elisa non ha dubbi, e ha dichiarato: "Si è chiuso il cerchio attorno a Danilo Restivo, che da sempre riteniamo sia l'omicida di mia sorella".

LA PERIZIA
- I risultati provengono della seconda perizia genetica, effettuata dopo quella affidata al professor Vincenzo Pascali dal gip Attilio Franco Orio, che raccolse la richiesta dei pm di Salerno. Per l'omicidio della Claps, Restivo è già indagato. L'uomo è inoltre imputato in Inghilterra per il presunto delitto della vicina di casa Heather Barnett.

MATERIALE SULLE SPALLE - Successivamente si è appreso che sulle spalle di Elisa Claps gli investigatori hanno trovato abbondante materiale biologico, da cui è stato prelevato il campione comparato con quello di Danilo Restivo. La ragazza sarebbe stata colpita alle spalle più volte con una lama. L’assassino avrebbe lasciato la sua impronta genetica in mezzo al sangue impregnato nella maglietta di Elisa. La notizia della coincidenza tra il dna arrivato dall’Inghilterra e quello prelevato dai resti della ragazza era noto alle parti da almeno tre mesi. Nelle prossime settimane il Ris depositerà la perizia e si potrà tenere l’udienza per l'incidente probatorio.

RESTIVO IN CARCERE - Daniele Restivo è in carcere in Gran Bretagna in attesa del giudizio per l'omicidio della Barnett, una sarta, ed è inoltre colpito da mandato di arresto europeo emesso dalla magistratura di Salerno poiché accusato di aver ucciso Elisa Claps con un arma da taglio. Quando fu arrestato in Gran Bretagna, Restivo non si volle sottoporre a un prelievo di sangue e saliva che i pm di Salerno avevano richiesto con rogatoria internazionale. La polizia inglese si servì di alcuni oggetti che gli appartenevano, dai quali il medico legale italiano, Vincenzo Pascali, aveva rintracciato il Dna di Restivo, che inizialmente era risultato differente da quelli isolati su alcuni reperti rinvenuti nel sottotetto della Santissima Trinità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Dream

    10 Marzo 2011 - 15:03

    DEVE essere quantomeno sconsacrata!!

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    09 Marzo 2011 - 17:05

    se io tocco la spalla di una persona, con mano sudata o altro e poi quella stessa persona dopo un po viene uccisa, io sono il colpevole! Complimenti alle ricerche genetiche che non spiegano nulla e che per delicatezza mi permetto di definire stupidaggini. La traccia biologica di una persona può passare dalla saliva, al sudore alla pelle....un capello, ma nel contesto di una cosa simile, non puoi nemmeno datarla; se fosse successo cosi? che lui le ha toccato la spalla (da domandarsi sempre, come mai uno che ammazza una ragazza per la quale era ossessionato, deduco sessualmente a questo punto, la accoltella alle spalle? lei scappava? era nel solaio (non credo...) di tutto questo caso, le uniche certezze sono:1) elisa è morta; 2) quella chiesa dovrebbe essere abbattuta; 3) restivo DEVE essere il colpevole....tutto il resto è solo fuffa per chi invece cerca la verità, ed in questo caso i giudici non sono, loro vogliono il colpevole più facile; Kafka in questa storia ci cade a pennello!!!

    Report

    Rispondi

  • mimmo tuccillo

    09 Marzo 2011 - 12:12

    secondo me la chiesa della 'maledetta trinita'' va abbattuta e sul suolo va creata una grande piazza con una grande fontana l acqua e simbolo di pulizia quindi porta via tutto il marciume ke c era sotto....viaaaaaaaaaa con l omerta'....e dedicarla ad 'elisa claps'.....io non ci entrerei mai.....se avete bisogno di firme io saro' il primo eccomi......da ottaviano napoli......c e il mio prof su fb.. mimmo tuccillo.....

    Report

    Rispondi

  • blues188

    09 Marzo 2011 - 10:10

    Troveranno anche un capello dell'assassino attaccato alla gonna della vittima.. Sempre salvo ferie degli inquirenti

    Report

    Rispondi

blog