Cerca

Profughi, La Russa manda l'esercito a Lampedusa

Emergenza sbarchi, il ministro: "200 militari a sostegno delle forze dell'ordine". Il sindaco De Rubeis: "Soddisfatto"

Profughi, La Russa manda l'esercito a Lampedusa
I militari arriveranno a Lampedusa, lo ha dichiarato il ministro della Difesa Ignazio La Russa a margine di una conferenza in Campidoglio. "Abbiamo messo a disposizione già da parecchi giorni 200 militari a sostegno alle forze di polizia - spiega il ministro -. Cinquanta saranno utilizzati a Mineo nel villaggio della solidarietà, gli altri possono essere impiegati a Lampedusa". La decisione di come e dove impiegarli, aggiunge sempre La Russa, non spetta però al suo dicastero, bensì al Prefetto di Palermo ed al Ministero degli Interni. Una misura necessaria per arginare le fughe dei migranti dai Cpt, ormai al collasso dopo gli sbarchi degli ultimi giorni.

IL SINDACO - Soddisfatto dell'arrivo dei militari si è mostrato il sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis: "Sono stato io a chiedere al ministro La Russa di mandare 100 soldati con funzioni di presidio e di vigilanza sul retro del centro di accoglienza, da dove centinaia di immigrati escono illegalmente e girano per l'isola". Nei giorni passati lo stesso De Rubeis aveva disposto un'ordinanza che vietasse la circolazione degli immigrati nel centro abitato, che però non aveva potuto essere posta in essere poiché adottata in materia non di competenza comunale.

IL PIANO - "Con l'esercito sarà possibile ritornare al 'modello Lampedusa', e cioè accoglienza", prosegue il sindaco. Un progetto che va al di là della semplice ricezione, coinvolgendo tutti i bisogni degli immigrati, non solo di quelli primari:  " Accoglienza significa scheda telefonica, pasti, vestiti" Il sindaco rimane comunque fermo riguardo il periodo massimo di permanenza degli immigrati sull'isola: "Massimo 48 ore. La popolazione di Lampedusa ha accolto e vuole accogliere, ma vuole anche vivere prevalentemente di turismo ed i migranti che girano sull'isola preoccupano le famiglie, le coppie, chi vuole venire a Lampedusa per passare una vacanza in tranquillità"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bisnonna!

    10 Marzo 2011 - 15:03

    Anche per scrivere delle scemenze ci vuole stile : purtroppo in ciò Lei difetta.

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    10 Marzo 2011 - 12:12

    L'isola vive di turismo e di pesca e deve poterlo fare con profitto. Altrimenti come vivono? Giusto l'invio dei militari : devono controllare il territorio e tutelare i cittadini del luogo e i loro beni. Gli immigrati, per ora tutti tunisini, sono ragazzi giovani in cerca di fortuna nel nord Europa. Dopo i controlli e le identificazioni accompagnamoli verso le ex frontiere.

    Report

    Rispondi

  • nilo01

    10 Marzo 2011 - 12:12

    come mai non va lui con la mimetica e lo sfollagente a regolare il traffico di lampedusa ? alla macchietta di un ministro manca solo questo

    Report

    Rispondi

  • coruncanio

    10 Marzo 2011 - 11:11

    Bisogna impedire a queste masse nullafacenti di sbarcare come e quando vogliono. Bastano due corvette o due cacciatorpediniere. I Tunisini sparano ai nostri pescherecci, e noi non siamo in grado di difendere le nostre coste, è incredibile ma è così. Lo sanno tutti che questi non sono profughi, ma per il politically correct tutti continuano con questa definizione ipocrita. La Lega è l' ultima forza politica su cui possiamo contare, viste le viscide posizioni degli altri, dia adesso una prova di coraggio e schieri la flotta, infischiandosene di UE, ONU, politici melliflui ed altri, avrà con sè il 90% degli italiani !!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog