Cerca

Caso Ruby, pm spiegano cos'è il bunga bunga

Chiusa inchiesta su Minetti, Mora e Fede: "Gestivano giro di 32 squillo". Balletti osè alle feste di Arcore. Il primo 'incontro' di Karima a 16 anni

Caso Ruby, pm spiegano cos'è il bunga bunga
Ruby avrebbe avuto 16 anni ai tempi dei primi incontri con clienti 'gestiti' da Nicole Minetti, Lele Mora ed Emilio Fede. E' la novità nelle carte del processo di Milano che ruota intorno a Karima el Mahroug/Ruby e stralciato dal procedimento per prostituzione minorile e concussione contro Silvio Berlusconi. Lo si evince dalla chiusura delle indagini a carico della MInetti, Mora e Fede, accusati di induzione e favoreggiamento della prostituzione (violazione della legge Merlin 75/1958) di ragazze adulte tra gli inizi del 2009 e fine gennaio 2011, e di concorso in prostituzione minorile per quanto riguarda la presunta prostitizione di Ruby, dal settembre 2009 al maggio 2010. Pochi mesi prima, dunque, che la ragazza compisse 17 anni (a novembre). La prima visita della marocchina ad Arcore, invece, risale al 14 febbraio 2010.  Gli inquirenti hanno dunque allargato la forbice temporale della commissione dei reati. Sarebbero inoltre 32 le ragazze maggiorenni indotte a prostituirsi dalla Minetti, Mora e Fede. Stralciata la posizione di altri tre indagati coinvolti nel caso Ruby: Gentile Fedele e Mario Sacco, rispettivamente autista e collaboratore di Lele Mora, e Daniele Salemi, agente di una delle ragazze.

MISTERO BUNGA BUNGA - Dalla nota della Procura milanese firmata da Edmondo Bruti Liberati si comprende finalmente in cosa consistesse l'ormai mitico bunga bunga: "Si svolgeva all'interno di un locale adibito a discoteca, dove le partecipanti si esibivano in mascheramenti, spogliarelli e balletti erotici, toccandosi reciprocamente, toccando e facendosi toccare nelle parti intime da Silvio Berlusconi". Il balletto erotico, secondo gli inquirenti, era la seconda di tre fasi dei festini di Arcore. "La prima - si legge nella nota - prevedeva una cena" mentre la terza consisteva nella "scelta, da parte di Silvio Berlusconi, di una o più ragazze con cui intrattenersi per la notte in rapporti intimi, persone alle quali venivano erogate somme di denaro e altre utilità ulteriori rispetto a quelle già consegnate alle partecipanti". Secondo le carte, il premier avrebbe fatto sesso dietro pagamento di denaro o altre utilità dal 14 febbraio al 2 maggio. Nel dettaglio: 14, 20, 21, 27 e 28 febbraio, 9 marzo, 4, 5, 24, 25 e 26 aprile, 1 e 2 maggio 2010. Fede avrebbe valutato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • igna08

    29 Giugno 2011 - 23:11

    Quattro cinque al giorno ....con tutti gli impegni di Governo, interviste, viaggi, visite di Stato. Non ci posso credere , ma nemmeno un giovincello potrebbe resistere a tanto.

    Report

    Rispondi

  • marmas89

    27 Giugno 2011 - 18:06

    Accidenti il premier è un'alieno!!!Alla sua età davvero fa sesso così frequentemente?????Ma smettiamola di fantasticare.....

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    18 Aprile 2011 - 23:11

    Non credo a nessuno. Ma quando sento voci di molte persone che - ignare di essere spiate - si dicono cose vissute e riscontrate da chi parla e da chi ascolta, allora credo. C'é persino la voce del Premier..., il prezzo, i dettagli . Il tutto parecchie volte, senza contraddizioni. Chi non crede é un fanatico, ovvio...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    18 Marzo 2011 - 19:07

    Io sono della generazione che se c'è qualcosa che non và, la si risolveva a viso aperto.Sono i magistrati quelli dalla querela facile. vedi per esempio Palamara e li forum legnostorto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog