Cerca

Lampedusa, l'esasperazione dei cittadini Bloccano i clandestini sulle banchine

Alta tensione. Gli isolani fermano i profughi: non vogliono la tendopoli. De Rubeis: "Italia si deve vergognare"

Lampedusa, l'esasperazione dei cittadini Bloccano i clandestini sulle banchine
In parallelo alla crisi libica, sale la tensione a Lampedusa. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l'arrivo di altri due barconi carichi di immigrati, che hanno portato il totale dei profughi approdati sulle coste italiane a oltre 4mila persone.

LAMPEDUSANI BLOCCANO I PROFUGHI - Centinaia di clandestini, stremati dalla pioggia, sono rimasti bloccati sulle banchine del molo dai cittadini di Lampedusa che hanno improvvisato un blocco spontaneo. Il gesto è l'emblema del conflitto tra lampedusani e governo. Il nocciolo della questione, è tornato a sottolineare il sindaco di Lampedusa, Dino De Rubeis, è legato all'ipotesi di improvvisare una tendopoli sull'isola. I cittadini sono assolutamente contrari all'ipotesi.

DE RUBEIS: "ITALIA, VERGOGNA" - Alcune tende si trovano a bordo della carretta del mare approdata domenica mattina da Porto Empedocle. Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, e il commissario straordinario, il prefetto Giuseppe Caruso, sarebbero a favore dell'ipotesi di far scaricare le tende e poi di far ripartire la nave con 200 profughi a bordo. "Il governo non rispetta la popolazione e sta mettendo in serio pericolo tutti i cittadini di Lampedusa", ha dichiarato De Rubeis. "C'è il rischio di uno scontro con le forze dell'ordine e la responsabilità è di Maroni e di Caruso. Lampedusa ha dimostrato un'accoglienza esagerata mentre il resto d'Italia dimostra di non volere nemmeno un immigrato". De Rubeis ha poi rivolto un appello al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, perché intervenga nuovamente "per sbloccare la situazione e non fare affondare l'isola. L'atteggiamento dello Stato è vergognoso", ha tuonato. "L'Italia sta consentendo che queste migliaia di immigrati vengano trattati come bestie, obbligate a dormire sotto l'acqua. Tutta Italia dovrebbe vergognarsi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AUREA

    29 Marzo 2011 - 17:05

    Cosa vuol dire secondo te emigrare? Invadere un paese e pretendere di essere mantenuto come fanno questi con noi oppure come hanno fatto i nostri migranti lavorare senza lamentarsi, arrangiarsi per vivere senza assistenza accontentarsi di un tozzo di pane per una giornata estenuante di lavoro e accettare le usanze locali senza pretendere di imporre le proprie. Questo hanno fatto i nostri migranti (lo so bene perchè i nonni di mio marito furono migranti) e ti assicuro che il comportamento di questi migranti è di occupazione, questa non è migrazione , è una invasione!

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    29 Marzo 2011 - 13:01

    che propone un permesso di soggiorno "temporaneo" a tutti. Mettiamo in atto la rete di "spalloni" sui valichi, lo sanno come farli espatriare con modica spesa.

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    29 Marzo 2011 - 10:10

    ha ragione capitanuncino . ho sentito le cavolate sparate dai nostri sinistri , in testa napolitano : non vogliono dire che i delinquenti che abbiamo mandato in america del nord , sono entrati autorizzati , con documenti regolari , e tenuti in quarantena al porto da dove non potevano spostarsi se non per motivi di lavoro : Cosa accadeva se lo avessero fatto ? semplice l'ordine era " sparate a vista " non sono palle è verità storica : Noi invece accettiamo che quattro musulmani puzzolenti facciano la rivolta perchè si mangia male : Prendeteli e buttateli a mare : anzi meglio , prendete bagnasco e compagnia bella e mandateli in mezzo ai " disperati " che vogliono cibo di prima qualità e abiti firmati . Ourtroppo abbiamo il papa in italia , mandiamolo per un po' di tempo in africa del nord con i suoi leccapiedi e poi vediamo se in mezzo ai musulmani si sentono ancora così sicuri di vivere : signor bagnasco si vergogni

    Report

    Rispondi

  • silent61

    22 Marzo 2011 - 19:07

    lasciamo 50.000 profughi al sud tanto loro ci sguazzano e togliamo i ponti sul pò .........BOSSI AIUTACI TU

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog