Cerca

Lampedusa, la 'San Marco' per il ponte dei migranti

L'imbarcazione della marina militare farà la spola con la terraferma: ogni viaggio mille clandestini. Nella notte nessuno sbarco

Lampedusa, la 'San Marco' per il ponte dei migranti
Al largo di Lampedusa è arrivata la San Marco, imbarcazione della Marina militare che sarà utilizzata per trasferire i migranti approdati sull'isola. La nave non entrerà nel porto, mentre il trasbordo dei migranti dalla banchina verrà effettuato con i mezzi da sbarco a bordo della nave. Sull'imbarcazione dovrebbero salire circa 700 migranti.

NOTTE TRANQUILLA - Nella notte tra martedì e mercoledì, Lampedusa è stata risparmiata dagli sbarchi. Martedì erano arrivati circa 700 clandestini, e 500 erano stati trasferiti. La città siciliana, comunque, è vicina al collasso: sono oltre 5mila i nordafricani che in qualche modo sono accampati nel territorio. Il sindaco Dino De Rubeis, molto critico nei confronti dell'operato del governo nei giorni scorsi, ha fatto sapere di aver avuto rassicurazioni dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in merito all'operazione della nave San Marco.

"MILLE PROFUGHI A VIAGGIO" - "La San Marco - ha spiegato De Rubeis - farà la spola con la terraferma per trasferire ogni volta circa mille profughi. Insieme ai 500 che partono con il ponte aereo ogni giorno, l'isola dovrebbe essere evacuata nel giro di qualche giorno. A questo punto è di fondamentale importanza che i recuperi, che nel frattempo avverranno, siano dirottati altrove sulla terraferma. Restiamo in continuo contatto con il capo dello Stato per informarlo dell'andamento dell'evacuazione dell'isola e della sua messa in sicurezza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ric04

    24 Marzo 2011 - 16:04

    ho appena ricevuto la notizia che la cassazione permettera a chi non avra' lo status di"rifugiato politico" il permesso di soggiorno per TRE ANNI... bella notizia.

    Report

    Rispondi

  • coruncanio

    24 Marzo 2011 - 11:11

    Perchè quando un peschereccio italiano si avvicina troppo alle acque territoriali tunisine viene preso a mitragliate ? Perchè quando non uno, ma centinaia di pescherecci tunisini carichi di accattoni entrano nelle nostre acque territoriali nessuno li mitraglia ugualmente ?

    Report

    Rispondi

  • patrizia1992

    24 Marzo 2011 - 11:11

    Visto che tu sei molto evoluto comincia allora dare l'indirizzo di casa tua per ospitarne qualcuno gratis,ovviamente.A me sembra che ne siano arrivati troppi e continuano ad arrivare,non solo libici.L'Italia non è questo ricco Paese che può ospitare tutti GRATIS.E' un'invasione senza fine e ripeto che abbiamo già i nostri poveri e in nostri disoccupati.Essere solidali ed aiutare gli altri è una cosa,fare il razzismo alla rovescia è un'altra.Ci sono i terremotati nelle baracche,e in Sicilia danno gli exresidence Nato ai clandestini.E,solo per curiosità:non sono evoluta anche perchè ho detto che il problema deve essere di tutta l'Europa e non solo nostro?Perchè allora penso che di persone retrograde come me ce ne siano molte in Italia.Non possiamo DA SOLI risolvere il problema di tutta questa gente a meno che tu,che sei "molto evoluto"abbia la soluzione per fare contenti tutti.Quanto a costruire un accordo con tutti,i primi a non volersi integrare alla nostra cultura,sono proprio loro

    Report

    Rispondi

  • patrizia1992

    24 Marzo 2011 - 11:11

    Visto che tu sei molto evoluto comincia allora dare l'indirizzo di casa tua per ospitarne qualcuno gratis,ovviamente.A me sembra che ne siano arrivati troppi e continuano ad arrivare,non solo libici.L'Italia non è questo ricco Paese che può ospitare tutti GRATIS.E' un'invasione senza fine e ripeto che abbiamo già i nostri poveri e in nostri disoccupati.Essere solidali ed aiutare gli altri è una cosa,fare il razzismo alla rovescia è un'altra.Ci sono i terremotati nelle baracche,e in Sicilia danno gli exresidence Nato ai clandestini.E,solo per curiosità:non sono evoluta anche perchè ho detto che il problema deve essere di tutta l'Europa e non solo nostro?Perchè allora penso che di persone retrograde come me ce ne siano molte in Italia.Non possiamo DA SOLI risolvere il problema di tutta questa gente a meno che tu,che sei "molto evoluto"abbia la soluzione per fare contenti tutti.Quanto a costruire un accordo con tutti,i primi a non volersi integrare alla nostra cultura,sono proprio loro

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog