Cerca

Incinta, cerca macchina rimossa. Cassazione: "Risarcimento"

La seconda sezione civile conferma il giudice di Pace: "200 euro per ingiustificato stress da ritrovamento"

Incinta, cerca macchina rimossa. Cassazione: "Risarcimento"
Può avere un risarcimento danni la donna incinta che, durante la gravidanza, deve mettersi alla ricerca della propria auto rimossa dai vigili perché in divieto di sosta. La decisione giunge dalla Cassazione, la cui seconda sezione civile ha confermato una pronuncia del giudice di pace di Palermo che aveva annullato una multa comminata da un ausiliare del traffico nei confronti di una donna in stato di gravidanza che aveva parcheggiato sulle strisce pedonali.

RIMBORSO - Il giudice aveva anche disposto il rimborso, da parte del Comune di Palermo e dell'Azienda speciale per la mobilità, a favore della donna delle spese di svincolo dell'autovettura che era stata rimossa. Alla signora, ai tempi della multa incinta, devono essere corrisposti 200 euro per "lo stress subito nella ricerca del veicolo illegittimamente rimosso".

RESPINTO RICORSO AMAT - La Suprema Corte, con la sentenza numero 6712, ha rigettato il ricorso dell’Amat, rilevando che "l'affermazione che la ricerca del proprio veicolo rimosso provochi stress non può affatto dirsi del tutto ingiustificata, e in quanto tale censurabile in sede di legittimità per vizio di motivazione, alla luce della comune esperienza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cesros

    31 Dicembre 2014 - 09:09

    solita giustizia "italiana"

    Report

    Rispondi

  • carla11

    07 Gennaio 2012 - 23:11

    una donna incinta non è malata e le strisce pedonali si vedono bene. E?' lei a dover essere risarcita? Sarebbe utile sapere se, mentre l'auto era sulle strisce, qualche invalido o qualche altra donna incinta hanno avuto bisogno di attraversare la strada, loro sarebbero da risarcire.....

    Report

    Rispondi

  • gitex

    25 Marzo 2011 - 21:09

    incinta ha diritto di parcheggiare sulle strisce pedonali? ha parcheggiato sapendo di sbagliare e, visto che 2 + 2 fa 4, ci voleva poca a capire che l'auto era stata rimossa. Quindi, perchè un risarcimento?

    Report

    Rispondi

  • migpao

    24 Marzo 2011 - 17:05

    hai ragione, la cassazione sta a roma, non ne conosco la composizione e nemmeno i luoghi di nascita dei componenti però immagino che le percentuali saranno similari a quelle di tutti gli enti statali/parastatali. saranno quindi simili alle agenzie del territorio e delle entrate dove su 600 dirigenti di prima e seconda fascia quelli nati in veneto, lombardia, piemonte, liguria, trentino alto adige, e friuli venezia giulia sono "BEN" 30 (il 5%)... ma hai ragione, la cassazione sta a roma, e se un veneto avesso fatto un simile ricorso certamente lo avrebbe vinto anche lui, vero? in merito all'invalidità lascio perdere perchè non ho voglia di mandarti affanc*

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog