Cerca

Carlo Giuliani, Italia assolta da Europa

G8 di Genova 2001. Strasburgo: governo e polizia non hanno nessuna colpa. Il padre: "Voglio giustizia"

Carlo Giuliani, Italia assolta da Europa
Italia assolta in Europa sul caso Giuliani. La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo, con sentenza definitiva, ha assolto giovedì l'Italia dalle accuse di aver responsabilità nella morte di Carlo Giuliani, avvenuta durante gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine nel corso del G8 di Genova, nel luglio 2001. La decisione è stata presa a maggioranza dai giudici della Grande Camera. Con tredici voti a favore e quattro contrari i giudici della Grande Camera hanno stabilito la piena assoluzione di Mario Placanica, il carabiniere che sparò a Carlo Giuliani in piazza Alimonda, confermando così la sentenza di primo grado emessa il 25 agosto 2009.

SU TUTTO IL FRONTE - La Grande Camera ha scagionato l'Italia anche dall'accusa di non aver condotto un'inchiesta sufficientemente approfondita e accurata sulla morte del dimostrante no global durante gli scontri di piazza con la polizia. In questo caso la Corte si è espressa con 10 voti a favore e 7 contrari. La stessa maggioranza si è pronunciata anche per l'assoluzione dell'Italia dall'accusa di non aver organizzato e pianificato in modo adeguato le operazioni di polizia durante il summit del G8 a Genova. Alla lettura della sentenza da parte del presidente della Corte Jean Paul Costa, l'aula era praticamente deserta. C'era l'ambasciatore italiano Sergio Busetto, assente invece l'avvocato della famiglia Giuliani Nicolò Paoletti, che ha rappresentato i parenti della vittima durante tutto l'iter del ricorso a Strasburgo, cominciato nel 2002.

FERRERO: "SDEGNATO"
- "Voglio esprimere tutto il mio sdegno e la mia tristezza per la sentenza della Corte europea dei diritti umani di Strasburgo relativa alla morte di Carlo Giuliani". Così Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista ha commentato la decisione dei giudici che assolve l'Italia. "La sentenza - afferma Ferrero - assunta a maggioranza dai giudici, è grave. Una vergogna, visto il modo indecente e criminale in cui venne gestito il tema dell'ordine pubblico da parte del ministero degli Interni nelle giornate del G8 a Genova nel 2001. La macelleria messicana attuata - conclude Ferrero - e che ha portato alla morte di Carlo Giuliani meritava una condanna da parte della Corte di Strasburgo".

IL PADRE NON SI ARRENDE
- Giuliano Giuliani, il padre di Carlo, fa sapere di non volersi arrendere. Per il padre la notizia arrivata da Strasburgo è "deludente e negativa, l'ultima di una serie ricevute in questi 10 anni". Giuliani continua: "Avremo la possibilità di indire una causa civile per avere finalmente un dibattimento in un'aula di tribunale che cerchi di affermare la verità. Il nostro unico scopo è la verità e la speranza che almeno ci sia la dignità della verità. Un motivo in piu' - sottolinea Giuliani - per essere a Genova quest'anno per il decennale della morte di Carlo, per ricordare quello che e' accaduto e che continua ad avvenire nel mondo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    28 Marzo 2014 - 16:04

    Carlo Giuliani subito santo!

    Report

    Rispondi

  • Bachis Figus

    27 Marzo 2011 - 10:10

    Mi farebbe molto piacere rileggere le dichiazioni del Sig. Giuliani rilasciate il giorno della morte del figlio Carlo. Non ricordo che fossero in linea con la posizione che ha assunto dopo qualche ora, convertito da chi?

    Report

    Rispondi

  • mina2612

    25 Marzo 2011 - 23:11

    Come fa un padre a non vergognarsi di aver cresciuto un figlio delinquente? Ed ora, non avendo trovato una magistratura politicizzata, pretende di intentare una causa civile per avere un risarcimento dal carabiniere? Non gli basta di aver ridicolizzato l'Italia che, tramite i suoi kompagni, hanno intestato un'aula della Camera al figlio... e la moglie diventata senatore della repubblica ?(tutto minuscolo per ovvi motivi)

    Report

    Rispondi

  • peteralm39

    25 Marzo 2011 - 20:08

    Ogni padre, invecchiando, specialmente se nel frattempo è diventato nonno, analizzando i propri comportamenti nei confronti del figlio, troverà almeno un fatto o più d'uno che lo obbligherà ad ammettere di aver sbagliato. Pare evidente che il signor Giuliani, non è ancora sufficentemente anziano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog