Cerca

Da Trapani alla Lombardia: "No alle tendopoli per i clandestini"

Emergenza Lampedusa, centro a Kinisia. Il sindaco: "Peggior luogo possibile". E Romano La Russa: "Se ci chiedono di ospitarli lo facciamo, ma non così". La soluzione di Bossi: "Foeura di ball"

Da Trapani alla Lombardia: "No alle tendopoli per i clandestini"
Lampedusa scoppia ma le regioni italiane non trovano un piano comune per l'accoglienza degli immigrati. Un malumore, quello per centri d'accoglienza e tendopoli, trasversale, che unisce Nord e Sud. Il ministro per le Riforme Umberto Bossi propone la sua soluzione: "Gli immigrati? Föra di ball, meglio mandarli a casa loro". Forse non la pensa così il sindaco di Trapani, Mimmo Fazio, che in ogni caso protesta contro la realizzazione di una tendopoli a Kinisia, nel vecchio aeroporto militare: "E' una pazzia. Vorrei sapere cosa possono fare 800-1.000 persone durante la giornata in un'area dove non c'è assolutamente nulla".  Il presidente della Provincia di Trapani, Mimmo Turano, ribadisce: "Il sito individuato dal ministero per l'installazione della tendopoli è lontano da tutti i requisiti necessari per ospitare i profughi. Si rischia di far scattare un allarme sociale".
E mentre il senatore Antonio D'Alì (Pdl), presidente Commissione Territorio, Ambiente e Beni Ambientali del Senato, ha presentato al riguardo un'interrogazione urgente al presidente del Consiglio ed ai ministri dell'Interno e della Difesa, e il governatore Raffaele Lombardo (ospite del direttore di Libero Maurizio Belpietro a La telefonata) lamenta la mancanza di comunicazione da parte del governo sulle eventuali tendopoli siciliane ("La sinergia istituzionale annunciata non esiste"), in Lombardia si preparano ad accogliere un migliaio di immigrati nordafricani. Romano La Russa (Pdl), assessore regionale alla Sicurezza, è critico: "Se il ministro Maroni dovesse indicarci dei siti lombardi, non potremo che adeguarci. Ma spero che non si debbano allestire tendopoli perché è il peggiore dei modi per accogliere e ospitare gli immigrati, ma è anche difficile il controllo di queste persone".

A TARANTO 827 CLANDESTINI - Nella mattinata di martedì la nave della flotta Grimaldi è giunta a Taranto, nell'area della stazione navale di Mar Grande della Marina Militare, con a bordo 827 immigrati provenienti da Lampedusa. Gli immigrati vengono trasferiti in pullman alla tendopoli di Manduria, in provincia di Taranto. Con l'ultimo arrivo, il numero dei clandestini ospitati dal campo sale a più di 1.200 (300 unità al di sotto della capienza massima prevista dal sottosegretario all'Interno, Alfredo Mantovano). Nei giorni scorsi sono fuggiti dalla tendopoli circa 150 migranti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    30 Marzo 2011 - 12:12

    I tunisini lo sanno che a Ventimiglia , Modane e altri valichi la Francia ha chiuso le frontiere? Lo hanno capito che i loro beneamati francesi non li vogliono?Ne hanno già troppi . E' inutile che sbarchino a Lampedusa , che si affannino a fuggire dai Cie e a risalire pervicacemente la penisola . Chissà che prima o poi la capiscano.

    Report

    Rispondi

  • Dony65

    30 Marzo 2011 - 08:08

    Tutti criticano tutti,ma nessuno fa niente ,intanto l'invasione continua...cosa aspettano? che i cittadini sbrocchino e facciano piazza pulita in preda all'esasperazione? Per ora aumentano furti, saccheggi e immondizia,sicuramente qualcuno avrà il "coraggio" di giustificarli "Poverini,hanno fame"...e quando cominceranno gli stupri?..cosa diranno?..."Poverini ,non riuscivano a tenerlo nei pantaloni".Dalle immagini che ho visto mi sembrano tutti ragazzotti giovani e nella loro cultura il rispetto delle donne non è esattamente al primo posto...mi sbaglierò,ma sono preoccupata.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    29 Marzo 2011 - 21:09

    nel peggior posto. CHINISIA LA CONOSCO PERCHE' CI SONO STATO CON L'8^ STORMO NEL 1943. Ma perchè costoro,una buona parte, non li portono o a Castelfusano tenuta Presidenziale a Roma ex proprietà Savoia oppure a Sanrossore in Toscana, ex tenuta dei Savoia oppure,in fine, a Torino dove cè analoga tenuta degli ex Savoia e dulcis iin fundo cè anche una bella tenuta di proprietà della Santa Sede, dove oltre allo spazio, ci potrebbero essere anche gli ambienti abitativi. Infine, studiare un piano sociale di prima occupazione lavorativa per quelli che rimarranno in Italia, L'Europa scordiamocela perchè non esiste.

    Report

    Rispondi

  • brunero48

    29 Marzo 2011 - 19:07

    L'On.Bersani di fronte alla battuta di Bossi sui migranti tunisini ha dichiarato che, se quella di Bossi è la posizione ufficiale del Governo, lui non prenderà parte alla soluzione del problema. Perchè? Qualche volta ci ha provato? Da lui sono venute solo esclusivamente critiche e dei no. In un momento difficile come questo c'è un parte politica che gode nel vedere il governo in difficoltà. E' una vergogna.Io vorrei vedere se fosse lui Bersani il Presidente del Consiglio cosa sarebbe in grado di fare. Io penso che la gente in generale chieda al governo di bloccare l'onda anomala dei migranti. Va studiato un piano e va attuato.E' in gioco l'interesse nazionale.Non so fino a che punto è possibile imbarcare le migliaia di tunisini e scaricarli sui porti del loro Paese e come possa essere attuato il blocco delle carrette del mare. Ma, se esiste la possibilità reale e giuridica di poterlo fare, ritengo doveroso tentare questo metodo.Qualsiasi altro produrrebbe malcontenti e lotte....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog