Cerca

Yara, c'è un nuovo testimone: "Ho visto tre ragazzi"

Lettera anonima a 'Eco di Bergamo': l'uomo non aveva parlato perché in macchina con una prostituta

Yara, c'è un nuovo testimone: "Ho visto tre ragazzi"
Spunta un nuovo testimone nel caso di Yara Gambirasio. Ad oltre un mese dal ritrovamento del corpo della tredicenne, l'Eco di Bergamo pubblica una lettera anonima in cui un uomo sostiene di aver visto tre ragazzi proprio nel campo di Chignolo, la sera del 26 novembre, giorno della scomparsa di Yara, intorno alle 19. I ragazzi sarebbero arrivati a bordo di due scooter, per poi abbandonare i  mezzi sulla strada ed entrare nell'erba alta del campo. Il testimone è un agente di commercio quarantenne, che sostiene di aver illuminato con i fari dell'auto due motorini. L'uomo non ha voluto fornire il suo nome poiché in quel momento si trovava con una prostituta, caricata a 500 metri dal campo. La donna lo aveva poi indirizzato proprio nello spiazzo adiacente il luogo dove è stato ritrovato il cadavere di Yara, uno slargo buio e spesso frequentato dalle coppiette. Se questa testimonianza venisse ritenuta attendibile, si potrebbe aprire una nuova pista d'indagine per gli inquirenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    01 Aprile 2011 - 19:07

    Vai a pungere da un altra parte e vergognati come ha detto khomey, sempre se ne sei capace s'intende, visto che avete la faccia come il c..o.

    Report

    Rispondi

  • khomey

    01 Aprile 2011 - 17:05

    Che commento idiota. Approfittate anche di tragedie come questa pur di far sentire le vostre scemenze. Taci e vergognati.

    Report

    Rispondi

  • scorpion

    01 Aprile 2011 - 13:01

    non interviene più su questo caso? Ma come? Lei avrebbe potuto risolvere il caso al posto dei nullafacenti giudici! E ci toglie la sua preziosa collaborazione improvvisamente cosi, dal giorno alla notte! Come se il tenente Colombo andasse improvvisamente in vacanza con la moglie e la peugeot grigia. Ma forse sbaglio. Come un segugio, mettendo a frutto i suoi master alla Bocconi, la Santanchè sta indagando e probabilmente ha già incastrato il colpevole. Il web non dimentica.

    Report

    Rispondi

blog