Cerca

Lampedusa, 200 sbarchi. Manduria, ancora tensione

A largo Pantelleria intercettati altri 7 migranti. Sull'isola rimangono circa 1.000 irregolari. Proteste nella tendopoli in Puglia

Lampedusa, 200 sbarchi. Manduria, ancora tensione
Sulle coste di Lampedusa è ripresa l'emergenza. Nella notte tra domenica e lunedì sono sbarcati 210 clandestini poco dopo le 2 del mattino. Una motovedetta della guardia costiera ha poi condotto i migranti in porto. Altri sette irregolari sono stati intercettati al largo di Pantelleria. Sempre nella notte tra domenica e lunedì sono proseguite le operazioni per l'evacuazione dell'isola: La Superba e La Clodia sono salpate con a bordo 1.344 migranti. Sull'isola erano rimasti poco meno di 1.000 extracomunitari.  Il premier, Silvio Berlusconi, e il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, sono impegnati in un vertice in Tunisia per cercare di ottenere una stretta da parte delle autorità locali sulle partenze di carrette del mare. Proseguono le tensioni alla tendopoli di Manduria.

NUOVI TRASFERIMENTI - Sempre per quel che riguarda i trasferimenti, lunedì mattina è arrivata nel porto di Catania l'imbarcazione Excelsior, salpata domenica da Lampedusa e con a bordo 1.731 irregolari. Circa 500 clandestini verranno trasferiti nel centro di accoglienza di Caltanissetta con alcuni autobus. I migranti che sono rimasti sulla nave verranno poi portati a Trapani e a Napoli. Nel capoluogo campano, infine, è arrvata lunedì mattina la San Marco, salpata nella notte di sabato, e con a bordo 471 irregolari.

PROTESTE A MANDURIA - Fra i centri di accoglienza che hanno contribuito all'evacuazione dell'isola siciliana c'è anche Manduria, campo pugliese nel quale la situazione si fa sempre più tesa. I primi migranti giunti nella tendopoli erano infatti stati dotati di un permesso, rilasciato dalla Questura, che consentiva loro la libera entrata ed uscita dal centro di accoglienza ed identificazione durante le ore diurne. Tre giorni fa, però, questi permessi sono stati sospesi e sono scoppiate le proteste: prima le fughe, ora i presidi. Nel pomeriggio di domenica 3 aprile circa 200 migranti sono usciti dalla tendopoli, rifiutando poi di rientrare e passando la notte all'aperto per chiedere il permesso di soggiorno o almeno la restituzione del documento che consente la libera circolazione. Ai manifestanti si sono uniti anche quegli immigrati fuggiti nei giorni passati che avevano però deciso di non allontanarsi dalla Puglia e da Manduria in particolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • esteb58

    05 Aprile 2011 - 08:08

    questa "emergenza", che purtroppo e' solo all'inizio, ha messo in evidenza l'incapacita' del ns governo di gestire la situazione. Bisognava fare come fanno gli altri paesi (spagna,francia grecia etc) che i clandestini li respingono subito. Noi purtroppo siamo sudditi del Vaticano, cerchiamo un'improbabile accordo con la Tunisia che continuera' a mandarti clandestini e che non li rivuole indietro anche perche' la maggior parte sono deliquenti. C'e' da sperare che le elezioni siano nel 2013 perche' con questa situazione sia la lega che il centro destra ne perderebbero!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • raucher

    04 Aprile 2011 - 19:07

    " casualmente" a Manduria qualcuno ha scordato di chiudere dei varchi e "casualmente" il sindaco di Ventimiglia dice che almeno 3.000 tunisini sono già in Francia, nonostante i respingimenti di Sarkò. Poi tutti gli altri seguiranno e ora Sarkò , dopo aver fatto il duro invece di aiutarci e appoggiarci , scende a più miti consigli , i suoi elettori si sciolgono come neve al sole. Marine Le Pen ringrazia.

    Report

    Rispondi

  • pincruise

    04 Aprile 2011 - 16:04

    Mai visto niente di simile... si sono comportati come dei cialtroni. Si lamentano in continuazione pensando di essere loro i padroni. Hanno aperto appartamenti, hanno saccheggiato... hanno rubato e imbrattato. Si lamentano e pretendono chissà cosa... Il governo che io ho votato deve reagire immediatamente

    Report

    Rispondi

  • Brinetta

    04 Aprile 2011 - 13:01

    E questi migranti sarebbero quella povera gente che chiede aiuto e scappa dalle miserie del proprio Paese? Ho sentito in questi giorni svariati commenti di questi ... poveri derelitti, i quali si lamentavano perchè mangiano tutti i giorni lo stesso cibo, non possono fumare perchè non hanno soldi per le sigarette, e che ... qui in Italia, loro non ci vogliono stare ... Ma magaris e ne andassero! Come se ce li avessimo portati noi italiani ! Queste ed altre bestialità di questo tipo ! Vai a far del bene! Altro che umanità e asilo politico. Dunque, quale povera gente ? Vergogna, sono degli incivili e basta. Anzichè ringraziare il Governo italiano e gli abitanti di Lampedusa per la loro pazienza ed ospitalità ... Sono stati accolti e non respinti, si dà loro da mangiare, e via dicendo! Oltre che grazie, pure Sissignore. Roba da matti. Questo è il ringraziamento. Ma magari li buttassero tutti fuori dall'Italia. C'è un limite a tutto. Basta con questo scempio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog