Cerca

Rissa a Ventimiglia, morto 53enne: fermati 4 romeni

Idraulico massacrato di botte, arrestati i responsabili: omicidio preterintenzionale

Rissa a Ventimiglia, morto 53enne: fermati 4 romeni
Quattro giovani romeni, probabilmente ubriaci. Sono loro, secondo gli inquirenti, i responsabili della morte di Walter Allavena, idraulico 53enne massacrato a calci e pugni nella notte tra sabato e domenica nel corso di una rissa tra italiani e romeni a Torri, frazione di Ventimiglia. Le indagini sono ancora in corso per "definire profili secondari" nella vicenda e per chiarire altri elementi, ma i dubbi della squadra mobile di Imperia che sta lavorando sul caso sono ormai sono sciolti.

IN SOCCORSO DEL FIGLIO - La rissa era scoppiata per futili motivi all'uscita di un locale, nella strada in cui abitava Allavena. Attirato dalle urla, l'uomo si era affacciato alla finestra e, visto tra i partecipanti alla rissa anche il proprio figlio Claudio, 22 anni, era sceso in strada per difenderlo. L'uomo è morto dopo essere stato preso a pugni e calci. Sul suo corpo sono state riscontrate contusioni, l'autopsia permetterà di accertare la causa della morte, che potrebbe essere avvenuta in seguito a un infarto o direttamente per le lesioni subite.

OMICIDIO PRETERINTENZIONALE - Per ora l'ipotesi di reato nei confronti di Mereut Marius Ciprian, 32 anni, Mihut Andrei Bogdani, 22, Mihai Aredelean, 25, e Mereut Aurelian Sebastian, 36, in stato di fermo di polizia giudiziaria nel carcere di Valle Armea, è quella di omicidio preterintenzionale. I quattro sono stati individuati e fermati in seguito a testimonianze, controlli incrociati tra una ventina di persone che hanno preso parte alla rissa e testimoni, fotografie e tracce sui vestiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioti

    12 Aprile 2011 - 15:03

    A forza di irresponsabile buonismo, di stupida accoglienza a qualsiasi costo senza nemmeno sapere chi arriva, di vanesi e stolti "noi non siamo razzisti", di demagogiche "risorse di cui non possiamo fare a meno" (neanche degli avanzi di galera), a forza di calare le braghe ci ritroviamo invasi dalla feccia del mondo che fra poco tempo imporrà le sue leggi e ci comanderà. Siamo totalmente incapaci a gestire la situazione e il bello è che pretendiamo che l'Europa si comporti irresponsabilmente come noi, raccogliendo quelli che straripano dai nostri confini (sigh). Altro che sbandierare la pretesa mancanza di solidarietà da parte dell'Europa. L'Europa, a differenza di noi, si comporta razionalmente in difesa del proprio territorio. Ma a causa nostra rischia di trovarsi nelle stesse nostre condizioni. Meritiamo sanzioni da parte dell'UE, altro che minacciare di uscirne... anzi saranno gli stati europei a buttarci fuori dall'UE, perchè ce lo meritiamo...

    Report

    Rispondi

  • RANMA

    12 Aprile 2011 - 09:09

    Non c'è equilibrio fra la monnezza dell'est Europa e noi..a parte qualche eccezzione questi sono stati allevati a birra e coltelli e non conoscono nè la pietà, nè la bontà d'animo,in poche parole sono cattivi di natura,per dirla in modo romantico sono dei NATURAL BORN KILLERS... Se li guardi negli occhi ci leggi solo durezza e ostilità spesso anche un profondo disprezzo,verso noi italiani. le donne si credono al di sopra di qualsiasi altra donna della terra,arroganti e finte musmè. In fondo la colpa è di noi uomini che sbaviamo per ogni sottana nuova che arriva da noi,tanto si accompagnano a chiunque basta che abbia dieci euro in tasca. Dicono che da noi non c'è lavoro,allora come mai tutta stà gente lo trova? Noi abbiamo sempre la puzza sotto il naso per non lavorare e questi sono i risultati, stiamo sparendo,fra poco l'Europa non ci sarà più e verremo comandati da persone feroci e senza sorriso..con buonissima pace dei sinistri che pur di eliminare il Cav si mettono a 180° .

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    11 Aprile 2011 - 16:04

    Tu che sei sicuramente un accanito e sinistro sostenitore dell'accoglimento a prescindere di tutti gli extracomunitari compresi cani e porci, perchè non emuli Tafazzi e vai a darti delle solenni e meritate martellate sui cosiddetti, ma in silenzio e senza gridare, mi raccomando.

    Report

    Rispondi

  • schnee

    11 Aprile 2011 - 16:04

    Se lasciassero lavorare le forze dell'ordine,quella massa di idioti giudici,oggi saremmo messi meglio.Invece sai quante volte rischiamo la vita,magari accompagnando nostra moglie a fare shopping?Basta solo trovare uno di questi maiali riempiti a dovere e tu,italiano,devi lasciare la moglie e la tua vita nelle loro mani.I romeni sono un male di questo Paese,gente a cui la vita altrui non importa nulla,a 25 anni sono già abituati ad ammazzare senza remora, se poi sono in gruppo tutto diventa relativo.Attaccati al primo lampione,andrebbero,altro che buonismo,altro che razzismo,questi ci ammazzano e noi dobbiamo tacere...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog