Cerca

Show tribunale Anm: "Premier irresponsabile"

Nota delle toghe dopo il comizio al processo Mediaset di Berlusconi: "Denigrazione e clima di ostilità, siamo preoccupati"

Show tribunale Anm: "Premier irresponsabile"
"Vivo sconcerto e grande preoccupazione": così l'Associazione nazionale magistrati commenta il mini-comizio improvvisato lunedì da Silvio Berlusconi davanti al Palazzo di giustizia di Milano, subito dopo l'udienza del processo Mediaset in cui il premier è imputato di frode fiscale. "L'appello alla 'piazza', la denigrazione dei magistrati, il clima di crescente e organizzata ostilità - sostiene in una nota ufficiale la giunta esecutiva centrale dell'Anm -, simbolicamente rappresentata davanti ai luoghi in cui ogni giorno migliaia di cittadini sono processati in nome della legge, costituiscono un irresponsabile atto di delegittimazione di un fondamentale potere dello Stato e un palese tentativo di turbare la serenità dei magistrati nell'esercizio delle loro funzioni". Ai magistrati non sono andate giù le critiche di Berlusconi ai "pm che gettano fango su di me e sull'Italia". "La magistratura italiana -  rivendica l'Anm - ha saputo affrontare con fermezza, compostezza e alto senso dello Stato momenti tragici della storia repubblicana, ma lo spettacolo di una piazza che grida e canta fuori dal palazzo di giustizia non ha precedenti nella storia delle democrazie liberali".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    14 Aprile 2011 - 12:12

    I processi che tu dici non andranno prescritti ad esclusione di quello Parmalat che viene prescritto già adesso,con buona pace dei truffati.Come vedi è solo propaganda.Riguardo al pm di Bari che ha sbagliato non gli faranno proprio niente ,avrà lo stesso trattamento di quel magistrato che udue anni prima,nello stesso distretto del Tribunale di Bari, a causa di un mancato deposito di una sentenza ha fatto uscire 16 mafiosi.Come vedi la storia si ripete e non pagano mai.Questa nuovo provvedimento ha un elemento nuovo , se un magistrato sbaglia paga di tasca sua e pure chi doveva controllarlo.Vedremo se questi funzionari perderanno altro tempo.

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    13 Aprile 2011 - 21:09

    Anche noi siamo molto preoccupati.

    Report

    Rispondi

  • vin43

    13 Aprile 2011 - 18:06

    Mi chiedi: " Non ho capito. Era giusto il finanziamento illecito ai partiti? O era sbagliato?". Certo, era non solo sbagliato ma illecito nel vero senso del termine. Comunque ai partiti andava ben poca cosa; l’illecito si fermava nelle tasche dei pochi addetti alle malversazioni. Erano di tutti i partiti. Tempi ormai passati e che speriamo non tornino più.

    Report

    Rispondi

  • roby64

    13 Aprile 2011 - 15:03

    Se il PM di Bari per una sua dimenticanza manda in liberta' 12 criminali,a questo PM gli si fa un culo grosso quanto una casa...punto!!! E' sotto gli occhi di tutti che la giustizia vada riformata attribuendo finalmente la responsabilita' penale per il giudice che sbaglia,compresa la separazione delle carriere.Ma converrai con me almeno su un punto,una seria riforma della giustizia nulla ha a che fare col processo breve tanto invocato a destra il cui unico beneficio,nell'immediato,sara' di prescrivere processi seri in cui gente è stata truffata e chiede giustizia o gente morta senza sapere il perche'. Se anche Alfano si è affrettato a dire che per le vittime di Viareggio si fara' un eccezione rispetto all'archiviazione,implicitamente si ammette che la legge ha delle falle enormi,rattoppabili qua e la alla bene e meglio. E per gli studenti morti a L'Aquila? e i miliardi truffati per il crack parmalat? Che fine faranno questi processi...a tarallucci e vino?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog