Cerca

Precipita un piper dopo il decollo: due le vittime

Al campo volo di Nettuno, a 40 chilometri da Roma, si schianta un ultraleggero: carbonizzate le persone a bordo

Precipita un piper dopo il decollo: due le vittime
Nel campo volo di Nettuno, a 40 chilometri da Roma, è precipitato un piper in fase di atterraggio. Le due persone a bordo sono morte carbonizzate dopo che, nell'impatto, il velivolo ha preso fuoco. Lo hanno reso noto i vigili del fuoco. L'ultraleggero era decollato dal campo Volo ed è precipitato poco dopo un campo adiacente poco prima delle 10.

I corpi carbonizzati sono quelli del pilota e di un passeggero. L'incidente ha causato il formarsi di una alta e densa colonna di fumo nero che era visibile anche da chilometri di distanza, scaturita dall'incendio che è divampato quanto il velivolo è caduto. Le indagini sono condotte dal commissariato di Polizia di Anzio, e si sta cercando di capire se il velivolo fosse decollato dall'attigua aviosuperficie, che però non dovrebbe essere più in uso da tempo: sulla sua agibilità sono in corso degli accertamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • matteo.vocale

    25 Aprile 2011 - 05:05

    Senza avere alcun altro interesse se non quello della chiarezza e precisione,occorre dire che,il vostro cronista,commette il grave errore di confondere il glorioso nome di una rinomata fabbrica di aeroplani,quale è la Piper,tuttora in auge,con la generica definizione di piccoli aerei da turismo,compresi gl'ultraleggeri,categoria cui appartiene l'aereo precipitato che si chiama Storm,soprattutto in casi d'incidenti,appunto,ma dando un'informazione sbagliata!. Cordialità e saluti Matteo Vocale

    Report

    Rispondi

blog