Cerca

Ciancimino, gip Parma convalida arresto e custodia

Il figlio di Don Vito resta in carcere. Il legale: "Ricorso al Riesame. Chiederò trasferimento a istituto Palermo"

Ciancimino, gip Parma convalida arresto e custodia
Massimo Ciancimino non ha convinto il gip di Parma, Alessandro Conti, che ne ha confermato l'arresto ordinando la custodia cautelare in carcere. L'accusa è quella di calunnia aggravata nei confronti dell'ex capo della polizia, Gianni De Gennaro. Ciancimino avrebbe consegnato ai magistrati un falso documento, un 'pizzino', in cui si fa il nome proprio di De Gennaro. Evidentemente, nel corso dell'interrogatorio di garanzia, Ciancimino non è riuscito a snocciolare argomenti decisivi: il gip emiliano non si è convinto della sua estraneità ai fatti. 

"NON SO NULLA" - Il figlio dell'ex sindaco di Palermo già durante l'interrogatorio di venerdì aveva più volte ripetuto di non sapere nulla di quel documento falsificato che conteneva il nome di De Gennaro. Successivamente ha anche riferito di aver ricevuto un pacco bomba (venerdì gli artificeri avevano scovato 13 candelotti di dinamite nella sua casa di Palermo).

RICORSO AL RIESAME"
- Il legale di Ciancimino, figlio di don Vito, ha annunciato che farà ricorso al Tribunale del Riesame contro il provvedimento, e che cercherà di far trasferire l'indagato dal carcere emiliano a quello di Palermo. "Aspetto di leggere le motivazioni del provvedimento, poi preparerò il ricorso", ha concluso la legale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • parigot

    25 Aprile 2011 - 12:12

    Allestite una confortevole cella di due metri per due, metteci un bel lettone matrimoniale e rinchiudetevi CIANCIAMENO ed il suo mecenate San Toro.

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    25 Aprile 2011 - 00:12

    Questo personaggio bizzarro tra pochissimo uscirà da questa vicenda bianco come la neve... Accetto scommesse... Quote condanna ciancimino 2000 Assoluzione 1,01.

    Report

    Rispondi

  • riccardorama

    24 Aprile 2011 - 21:09

    Ma per gli sponsor ufficiali: Ingroia e Santoro (che ora glissano su quanto sostenuto in passato) niente galera? E Palamara che fa, dice che è colpa di Berlusconi?

    Report

    Rispondi

  • silvio40

    24 Aprile 2011 - 11:11

    Bisogna dare trent'anni al falsario figlio di mafioso Ciancimino e mettere anche Ingroia in condizione di non nuocere alla democrazia e destituirlo da magistrato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog