Cerca

Il dramma di Elena: ipotesi di omicidio colposo per papà

Teramo, morta la piccola dimenticata in macchina. Il padre vi era tornato ancora senza vederla. Donati gli organi

Il dramma di Elena: ipotesi di omicidio colposo per papà
Non ce l'ha fatta la piccola Elena. Sabato sera, la bambina di Teramo è morta nell'ospedale di Ancona a soli 22 mesi. Vittima di un fatale black out del padre, Lucio Petrizzi, professore di medicina veterinaria. Era mercoledì mattina e lui doveva accompagnarla all'asilo, come al solito. Ma la fretta, lo stress o chissà cosa, fanno sì che quella mattina lui la lasci in  macchina, sul sedile posteriore e vada a lavoro convinto, invece, di averla lasciata a scuola. Si aggiunge un altro particolare alla ricostruzione di quella mattina, che fa immaginare che forse la piccola Elena poteva essere salvata. A metà mattinata il padre sarebbe ritornato in macchina per recuperare dei documenti, avrebbe addirittura sentito un rumore strane, il respiro della bambina probabilmente addormentata, e avrebbe anche lanciato un'occhiata al retro dell'auto, ma senza accorgersi di nulla. Uno sguardo forse troppo distratto e veloce, tale da annullare la stessa presenza della piccola. Nemmeno la telefonata con la moglie - dove pure si è parlato della piccola Elena e di chi sarebbe andato a prelevarla da scuola - è servita a qualcosa.

LA DONAZIONE - Elena continua a vivere in altri tre bambini.
Il suo cuore batte ora nel petto di un bimbo di 2 anni;  il  fegato potrà salvare un bimbo ligure di nove mesi, al quale erano rimaste poche ore di vita; i reni saranno trapiantati ad un altro piccolo.

L'ACCUSA - Chiara Sciarrini, incinta all'ottavo mese di un'altra bambina, difende a spada tratta il marito: "Quello che è capitato a lui può capitare a ognuno di noi, perché non ci si ferma mai" ha dichiarato attraverso una lettera in cui ribadisce che " Lucio è un padre esemplare".  L'ipotesi di reato a carico del padre Lucio Petrizzi, è di omicidio colposo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    23 Maggio 2011 - 20:08

    E' una delle gravi conseguenze dovute al riscaldamento corporeo esposto alle alte temperature ed in assenza di ventilazione. L'organismo si difende c0n la sudorazione che ha lo scopo di raffreddare il corpo evaporando e per evaporare necessita di ventilazione. Nel caso della bimba,soccorsa in gravoso ritardo,(prima si intervine più possibilità di salvezza si hanno)sono saltati i meccanismi di termoregolazione situati nel diencefalo. La temperatura corporea sarà salita oltre i 41 gradi con grave dispersione di sodio potassio cloro etc. La grave iposodiemia nel plasma ha prodotto una caduta della osmolalità plasmatica e di conseguenza un passaggio di liquidi dal comparto plasmatico a quello interstiziale e cellulare più conc. Si spiega così l'edema cerebrale da colpo di calore con grave disidratazione. Mettici che è solo un aspetto della complessa sindrome che può presentare anche coagulazione intravasale disseminata. La bimba era spacciata,peccato nessuno l'abbia notata. Povero angelo !

    Report

    Rispondi

  • graziella

    23 Maggio 2011 - 16:04

    no, decisamente non perdono mio marito che si dimentica nostra figlia in auto, non puoi per quanto stressato tu possa essere. Quando hai tuo figlio sul seggiolino dietro di te, ogni sguardo che togli alla strada lo rivolgi allo specchietto retrovisore per accertarti che stia bene, gli parli , non hai un pacco nel sedile posteriore! entri al lavoro e ti dimentichi di fermarti all'asilo, ti ricordi di esserti dimenticato dei documenti e ritorni in'auto a riprenderli e non ti viene un lampo neppure quando tua moglie ti chiama per chiederti se passi tu o lei a riprendere tua figlia! sei stressato?! curati prima di uccidere ancora. Adesso vorrei chiedere a quella madre angosciata : gli affiderai ancora la tua prossima figlia da accompagnare all'asilo nido? Spero di sbagliarmi, sono ignorante in materia, ma come si forma un'edema nel cervello se sei legata al seggiolino ! Tutti a compatirlo poverino adesso la vittima è lui : lo stressato premuroso, la bimba morta? organi da trapiantare..ma..

    Report

    Rispondi

  • just69

    23 Maggio 2011 - 13:01

    e mi chiedo come possa spiegarsi il grave edema cerebrale che, a quanto ho letto e capito in questi giorni, avrebbe provocato la morte della piccola Elena? Un abbraccio sinceramente affettuoso per la mamma ed una preghiera per la bimba.

    Report

    Rispondi

blog