Cerca

Mastino uccide un bimbo

Non è tra i cani pericolosi

Mastino uccide un bimbo
Il mastino napoletano non è nella lista dei cani violenti. Eppure è stato un mastino, stamattina, a sbranare un bimbo di un anno e a ferire la nonna che cercava di strapparglielo dalle fauci. E' successo nel giardino di casa a Genzano, ai castelli romani. Il mastino è una razza affettuosa e affezionata, ma resta pur sempre un cane da guardia, con forza, potenza fisica e dimesioni notevoli. Come si fa a lasciarlo a contatto con un bambino tanto piccolo. Il Codacons, intanto, ha lanciato un appello al sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, che sta pensando di eliminare del tutto la lista dei ani violenti. «Un bimbo di un anno è morto ucciso da un mastino napoletano in provincia di Roma. Ebbene il Codacons aveva diffidato il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che sta addirittura per eliminare la lista delle 17 razze attualmente considerate potenzialmente pericolose, perché ampliasse e potenziasse l'elenco, inserendo appunto anche il mastino napoletano. Non si capisce, infatti, perché dalle ordinanze Sirchia, Storace e poi Turco siano stati esclusi cani come il Mastino napoletano, l'American Staffordshire Terrier, lo Staffordshire Bull Terrier, il Dobermann, il Dogue De Bordeaux, il Mastiff, il Cane Corso. L'incidente di oggi - continua la nota - dimostra che ci sono alcune razze che, per quanto possano essere considerate buone, restano comunque potenzialmente molto più pericolose delle altre, per la loro potenza, per la forza che hanno, per le loro mascelle poderose. E' un fatto assolutamente normale che un cane morsichi un uomo, come dimostrano le 191 morsicature che si verificano ogni giorno. Non è però la stessa cosa essere morsicati da un barboncino piuttosto che da un mastino napoletano o da un pitbull, visto che questi cani, per la loro potenza, possono anche ucciderti».

La lista dei cani pericolosi su http://www.ministerosalute.it/dettaglio/pdPrimoPiano.jsp?id=187&sub=1&lang=it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bjfspatin.it

    14 Febbraio 2009 - 14:02

    Ora i Ministri Sirchia e Turco dovrebbero rispondedere di CONCORSO IN OMICIDIO COLPOSO. Le motivazioni sono sono palesi Enzo Pappalettera

    Report

    Rispondi

  • gengi

    14 Febbraio 2009 - 11:11

    Basterebbe poco per evitare che queste cose accadano i cani vanno tenuti dove non ci sono bambini e se un adulto non capisce questo allora chi rompe paga e cocci sono i suoi

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    13 Febbraio 2009 - 21:09

    Il mastino napoletano è un cane imponente, forte e soprattutto cane da guardia, con cromosomi e quindi carattere aggressivo. Deriva dal molosso romano, cane degli imperatori, da difesa e da offesa. Un cane così si dovrebbe tenere alla catena e non lasciarlo avvicinare da nessuno. Io non ho paura dei cani, ma di fronte ad un cane simile, tengo le debite distanze, anche se è un amico che lo porta al guinzaglio e mi conforta a non temere. Lo stesso dicasi di tante altre razze, compresi rottweiler e pitbull o chessò pastore tedesco o cane corso(che con la Corsica non ha nulla a che fare).Sono bestie e come tali vanno considerate, anche se ci può legare loro un affetto particolare che io capisco. Ricordo che in inghilterra il rottweiler , chiamato cane assassino,fu messo fuori legge dalla Tatcher. Ora non so. Se debbo dire la verità, a me la signora e dolce Martini non piace.E' una animalista tout court, tutta di un pezzo. Ricordo quando disse, almeno così riportavano i giornali, che le zecche nei treni le lasciano gli uomini e non i cani. Strana teoria , da ripensare i testi di medicina.Ora vuole cancellare la lista dei cani pericolosi , invece di aumentarne i componenti. I cani da guardia e da difesa vanno tenuti in catena nel proprio abitat e magari liberati solo durante la notte a difesa da malviventi(spesso inutile). per la guardia attiva. Se portati fuori a passeggio, vanno tenuti a guinzaglio e con la museruola. Non fidarsi mai del: "non temere il mio cane è buono". Quante volte dovremo ancora leggere certe notizie che il tale cane ha sbranato il tale soggetto? Eppoi c'è da dire che quando ci sono in famiglia tanti padroni il cane perde l'orientamento e può attaccare anche uno di essi, come è successo al bimbo. Non è la prima volta che i mastini napoletani fanno fuori il loro padrone. Meglio un bel gatto, come il mio. Sono certo che quello/a non morderà mai nessuno, a meno che non prenda la rabbia. Il che è poco probabile. A proposito come sta Artù ?

    Report

    Rispondi

  • Marcello_72

    13 Febbraio 2009 - 15:03

    Ho 37 anni e nel corso degli anni ho avuto 2 alani e adesso sono proprietario di un cane corso. Mia madre ha un'attività commerciale e io diventerò padre tra poco. Io con i mei cani non ho mai avuto alcun tipo di problema. Ammetto però che queste notizie mi lasciano sgomento. Sono assolutamente d'accordo con il discorso del patentino e con la denuncia dei possessori di questi cani. Io da parte mia quando acquistavo questi cani ho sempre cercato di informarmi il più possibile sia da amici che ne possedevano, sia leggendo, sia da allevatori e veterinari. Mi permetto però solo un appunto: queste notizie andrebbero date con la maggior dovizia di particolari, cercando di essere il più chiari possibile per avere ub quadro completo della situazione. E' sempre semplice giudicare una cosa da un titolo ad effetto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog