Cerca

La Cgil comanda pure

sui due bronzi di Riace

La Cgil comanda pure
I due maschioni di Riace del quinto secolo prima di Cristo sono orgoglio nazionale. Per questo Berlusconi sta pensando di portarli in trasferta alla Maddalena, dove a luglio si terrà il prossimo vertice del G8. Il sindaco Angelo Comiti è onorato ed esprime "sommo gaudio". Il direttore generale dei Beni Culturali, Mario Resca, è d'accordo. Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, dice che è contrario ma ci sta pensando: tanto il museo di Reggio Calabria resterà chiuso per lavori un anno. E già che c'è, potrebbe dare una risistemata al sito internet, che è anch'esso risalente all'età della pietra. Insomma: i due bronzi potrebbero farsi un giro. Se non fosse che a dire no è arrivata la Cgil di Reggio Calabria. Il suo segretario  Francesco Alì ha messo il veto e ha detto che non se ne parla proprio. «Ci stanno provando senza dare troppo nell'occhio ma se lo possono pure scordare -afferma Alì- i nostri tesori non vanno da nessuna parte. Sappiamo che già da qualche tempo a Roma, in alcuni istituti di alta tecnologia -continua- si tengono riunioni per studiare la trasportabilità delle statue fino in Sardegna. Un'iniziativa gravissima e irresponsabile», dice Alì, tanto da mettere a rischio l'incolumità dei due capolavori ellenici. Ora, tutto e discutibile e l'Italia è una democrazia. Ma che ci azzecca la Cgil in questo caso? In quale modo un segretario del sindacato può avere competenza in merito? Una volta i sindacalisti si occupavano dei lavoratori. Ora evidentemente sono passati alle facce di bronzo...

Albina Perri

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    16 Febbraio 2009 - 08:08

    Ma dal momento che siam seppelliti di opere d'arte, anche "gettate in magazzini bui", senza che nessu no sappia dove metterle, perchè prendere delle statue in calabria e portarle in sardegna? Che senso ha? Smontassero un nuraghe, e lo portino alla maddalena. Non è poi facendo vedere due statue di due millenni fa, che "le fatiche" dei grandi del mondo, si allevino, o cambino le opinioni sull'italia. Questa è politica del menga. Lavorassero e dessero risposte vere; perdono tempo con queste stupidaggini da due soldi

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    15 Febbraio 2009 - 19:07

    LA CGIL STA ESAGERANDO CONVIENE A QUESTA DIRIGENZA SEGUIRE FASSINO E VELTRONI CON DI PIETRO D ALEMA O A GAZA O IN AFRICA! Vero! Se va a cambiare le acque all Olivo in Africa! Lì aspettano, ma siccome non ha né arte né mestiere, ma solo un diplomino del cinema cosa potrebbero affidare un corso di Lezioni di Democrazia che non ha? Sempre che si porta anche Di Pietro che a spiegare loro, cosa sono gli schiavetti, inteso per schiavi, come import-export di poveri cristi e farli morire in Mediterraneo, Tor di Quinto o in galera!

    Report

    Rispondi

  • lucapagni

    15 Febbraio 2009 - 15:03

    Rileggete la sentenza del T.A.R. Calabria sez. di Reggio Calabria, sent. 16 luglio 2003, n. 1285. Pres. Passanisi; Est. Criscenti. Visitate la pagina web http://www.photographers.it/articoli/bronzidiriace.htm e scoprite il possibile trafugamento di elmi lance e scudi dei bronzi di Riace per cui il MIBAC sembre non fare nulla... Al G8 mandateci i CLONI... e salvaguardate gli originali !

    Report

    Rispondi

  • simonedomizi

    15 Febbraio 2009 - 11:11

    In Italia ogni volta che si deve fare una cosa saltano fuori 500 mila paletti diversi che impediscono di fare ogni cosa...la competenza su un argomento del genere ce l'ha solo la soprintendenza, se questa di ce che si può fare, la politica ed in particolare il sindacato (ma che c'azzecca..) se ne deve star fuori!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog