Cerca

"Sei troppo grassa per sfilare": 16enne tenta il suicidio

Treviso, ragazzina esclusa da spettacolo scolastico perchè fuori da limiti di peso. Prova a gettarsi in un canale ma i carabinieri la salvano

"Sei troppo grassa per sfilare": 16enne tenta il suicidio
Era stata esclusa dalla sfilata scolastica perchè troppo grassa, così ha deciso di suicidarsi gettandosi in un canale. E' successo a Treviso, dove una 16enne che frequenta un liceo della zona ha tentato il gesto estremo dopo una notte passata a bere. A scongiurare il peggio sono state le forze dell’ordine, che hanno notato il comportamento anomalo della ragazzina e l'hanno fermata mentre tentava di uccidersi.

16ENNE TROPPO GRASSA PER SFILARE - Secondo la ricostruzione di inquirenti e amici, la 16enne aveva concordato con un docente del suo istituto scolastico la partecipazione alla sfilata di moda annuale, che si doveva tenere a fine anno. Il professore le aveva però posto una condizione: dimagrire per rientrare in un certo taglia. La ragazza, nonostante gli sforzi, non sarebbe riuscita a perdere abbastanza peso e sarebbe di conseguenza stata esclusa dalla spettacolo.

UBRIACA, TENTA IL SUICIDIO - Un piccolo inconveniente che stava per degenerare in tragedia. La vergogna e la delusione hanno sopraffatto l'adolescente, che, oltre al dolore di non poter partecipare alla sfilata, non sopportava l'idea che i compagni sapessero che era stata esclusa perche troppo grassa. Nella sera di martedì 31 maggio la 16enne si è ubriacata bevendo un'intera bottiglia di vodka e ha tentato di suicidarsi gettandosi in un canale. Per fortuna l'intervento delle forze dell'ordine ha evitato il peggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sago72

    02 Giugno 2011 - 11:11

    Docenti di questo stampo dovrebbero stare lontani dalle scuole... io consiglierei una decina di anni in siberia!!

    Report

    Rispondi

  • quattromori

    02 Giugno 2011 - 06:06

    Questo gesto assurdo, rispecchia un pò della fragilità caratteriale tipica dei giovani il loro bisogno di far parte sempre e comunque del gruppo e non esserne mai esclusi, respinti. Dimostra pure la mancanza di professionalità degli insegnanti, ma la maggior colpa la do ai genitori. Non conosco la ragazza, ma senz'altro sarà un pò più robusta delle altre sue compagne. Se si va in giro per le strade si notano tantissimi bambini-e e ragazzi-e che sono decisamente sovrappeso. I genitori non si rendono conto che i giovani cicciotelli prima o poi si scontrano con la realtà, verranno esclusi in tante occasioni, verranno anche derisi, ma sopratutto avranno, molto probabilmente, dei problemi di salute seri che limiteranno le loro attività da adulto. Bisogna insistere ed educare i genitori ed gli educatori. Non dare dei dolci ai bambini solo per tenerli buoni .. al posto di una pastina dategli una fetta di pane tostato e ... ..

    Report

    Rispondi

  • lumaca

    01 Giugno 2011 - 23:11

    Innanzitutto le sfilate di moda non hanno nulla a che vedere con lo scopo educativo di una scuola, quindi non mi sembra proprio il caso di organizzare simili eventi in un istituto d' istruzione. E poi...questo prof. ..... credo debba cambiare mestiere al più presto; la formazione dei giovani non è affar suo.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    01 Giugno 2011 - 22:10

    ...deprecabili problemi,da quando,pare diventato d'obbligo nel sentire comune,ahinoi,smaniare per partecipare a sfilate di moda e/o porsi dinnanzi ad un obiettivo.La causa principale sono sì i mezzi di diffusione che da anni inpazzano,divulgando falsi modelli e fasulle prospettive di vita,da GF,oltre alle troppe madri che invece di trasmettere alle figlie dei valori più veri,più solidi,le spingono spasmodicamente a provini,concorsi e di più,come se nella vita,tutti/e potessero vivere di queste facezie.Forse questo caso esula di quanto detto sopra;almeno speriamo sia così..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog