Cerca

Sposini, i medici del Gemelli sciolgono prognosi riservata

Migliorano le condizioni del giornalista colpito più di un mese fa da una emorragia cerebrale. Continua la terapia riabilitativa

Sposini, i medici del Gemelli sciolgono prognosi riservata
Sciolta la prognosi riservata su Lamberto Sposini. Prosegue il miglioramento delle condizioni del giornalista, ricoverato nel reparto di Terapia intensiva del Policlinico Gemelli di Roma. In considerazione "delle buone condizioni cardiorespiratorie e metaboliche si scioglie la prognosi riservata" hanno comunicato i professori Giulio Maira e Rodolfo Proietti, che coordinano lo staff medico del Gemelli. Sposini, ora, continua la terapia riabilitativa nel reparto in cui resta ricoverato.

Il giornalista è ricoverato da venerdì 30 aprile nel reparto di terapia intensiva del policlinico romano, dove era stato portato in codice rosso per una grave emorragia cerebrale. Pochi minuti prima di andare in onda con Mara Venier nella trasmissione La vita in diretta, il giornalista era stato colto da un improvviso malore. Diciotto giorni in coma e progressivi miglioramento delle condizioni di salute, sino allo scioglimento della prognosi riservata.    

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • annav

    07 Giugno 2011 - 21:09

    In bocca al lupo sposini

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    07 Giugno 2011 - 18:06

    Forza,coraggio, questo ti posso dire ma tu devi dire a te stesso voglio sempre voglio fortissimamente voglio. Un bacio affettuoso

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    07 Giugno 2011 - 17:05

    E' dal 29 aprile che Sposini si trova al Gemelli.E' ovvio che i medici o scioglievano la prognosi oppure se non la scioglievano voleva dire che Sposini stava ancora in coma. Ci fa piacere,un primo passo è stato fatto da questa sanità.Che viene sempre vituperata e tacciata di incompetenza. Resta ora da sapere a che punto stanno le sue condizioni generali.Dopo un mese e più,l'emorragia cerebrale si è stabilizzata,il cervello si è riorganizzato con tutta la cicatrice del pregresso ictus. Il laconico comunicato medico dice:"continua intanto la riabilitazione".Penso si tratti della riabilitazione passiva,onde evitare l'anchilosi delle articolazioni per immobilità. Cioè riabilitazione a letto,senza che il pz si alzi,il fisoterapista muove gli arti,in ogni direzione fisiologica. Dopodichè Sposini verrà affidato ad un istituto di riabilitazione.Bossi pare che andò in Svizzera. Modugno ed Alberto Lupo a Roma,presso i cavalieri di Malta al S.Giovanni alla Magliana.

    Report

    Rispondi

blog