Cerca

'Ndrangheta, pm nel mirino: Arrestate dodici persone

Volevano uccidere il magistrato antimafia. In manettte affiliati della cosca Abbruzzese. Inquirenti: "Pianificavano l'omicidio"

'Ndrangheta, pm nel mirino: Arrestate dodici persone
Secondo l'accusa stavano pianificando un attentato contro un pm antimafia di Catanzaro. Dodici persone sono state fermate dai carabinieri della provincia di Cosenza.  Si tratta di presunti affiliati alla cosca Abbruzzese, egemone nel territorio dell'alto Jonio cosentino.

È Vincenzo Luberto il magistrato sul quale si erano concentrate le attenzioni della cosca Abbruzzese. Da oltre un decennio si occupa di inchieste antimafia nella Sibaritide, portate a termine con dure condanne. Gli investigatori hanno agito preventivamente con i fermi emanati d'intesa con l'autorità giudiziaria dopo aver avuto sentore dell'astio della cosca contro il magistrato. Non è escluso che ne studiassero già i movimenti per decidere le modalità e i tempi di un attentato.

L'accusa è di associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, porto e detenzione aggravati di armi da sparo comuni e da guerra. L'attività investigativa ha consentito di accertare che la cosca degli "zingari" - duramente colpita con l'arresto del latitante Nicola Abbruzzese avvenuto lo scorso 26 maggio e con la condanna all'ergastolo del fratello di quest'ultimo -  stava pianificando l'attentato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog